Compleanno
Gli auguri della Cei a Francesco

Santità, nel giorno del Suo compleanno la pagina del Vangelo – con il racconto della genealogia di Gesù – ci offre lo spunto per rivolgerLe un pensiero affettuoso.

Con il Suo magistero e la Sua personalità, infatti, Lei ci interroga e provoca a essere una Chiesa immersa nella storia, Chiesa capace di non scandalizzarsi delle contraddizioni e dei ritardi, Chiesa attenta a riconoscere i segni dello Spirito ovunque si manifestino.

Lei, Santità, ci aiuta ad aprire sui poveri gli occhi e il cuore, spingendoci a farci loro prossimo con la comprensione benevola e creativa della carità.

Lei ci riporta alla freschezza liberante di una Parola che si è fatta carne e chiede di essere annunciata nella sua conformità con i fatti.

Beatissimo Padre, in questo giorno di festa Le auguriamo di sentire la riconoscenza di tutta la nostra Chiesa e di sperimentare – come riflesso della Sua testimonianza – le ricchezze inestimabili che la Grazia suscita in questo nostro tempo.

Quotidiano

Linee guida per Chiese dismesse
Ravasi: "La comunità ecclesiale dialoghi con la comunità civile"

La ricerca della nuova destinazione di una chiesa ridotta a uso profano deve far parte di un progetto di cui sia protagonista la comunità ecclesiale in dialogo con la comunità civile. E se in alcuni casi la desacralizzazione è legittima, non è mai ammissibile la dissacrazione. Parola del cardinale presidente del Pontificio Consiglio della cultura Gianfranco Ravasi, che anticipa in esclusiva al Sir i contenuti delle Linee guida della Santa Sede che verranno diffuse oggi.

Terrorismo
La morte di Antonio ci testimonia che un’altra Unione è possibile

Quanti luoghi comuni contribuisce a spazzar via, quante analisi affonda, quasi le nuove generazioni fossero semplicemente sedute, ripiegate e spente. Chi con violenza assurda e omicida ha voluto spezzare l’esistenza di Antonio ha ottenuto l’effetto contrario: la morte di questo giovane ha dato risonanza planetaria a un patrimonio di valori e progetti, di cultura locale e universale, di impegno civile aperto e propositivo.

Palermo, città aperta ed accogliente?
La società civile: "Clima cambiato, iniziati episodi d'intolleranza"

Il decreto sicurezza e immigrazione, un linguaggio ostile ai migranti e alle differenze, la criminalizzazione delle Ong e la chiusura dei porti hanno prodotto cambiamenti sostanziali anche a Palermo, città storicamente aperta, accogliente e multiculturale. La voce della società civile che si ritrova nel quartiere Ballarò, dalla Caritas a tante realtà associative, è univoca nel riscontrare gli effetti negativi.

REPORTAGE Palermo: il grido di dolore dei ragazzi “harraga”

Fondare lo sviluppo sostenibile sui diritti inalienabili della persona
Paolo Beccegato

Assieme alla diseguaglianza, tra gli elementi che caratterizzano il mondo contemporaneo c’è senz’altro quello relativo ai conflitti che attraversano il pianeta. Si tratta di due fenomeni strettamente legati: le diseguaglianze sono una delle più importanti fonti di tensione e di conflitto nelle società; e i conflitti stessi sono a loro volta fattore di inasprimento delle polarizzazioni esistenti, dei fenomeni di diseguaglianza e marginalizzazione.

Lavoro
L'Istat conferma la grande frenata dell'economia italiana
L'Istat conferma la grande frenata dell'economia italiana

L’Istituto di statistica rileva per ottobre una diminuzione del fatturato industriale (-0,5%, rispetto al mese precedente) e degli ordinativi (-0,3%), un dato significativo anche in prospettiva. Quanto all’andamento dell’inflazione, a novembre l’indice dei prezzi al consumo scende dello 0,2 rispetto a ottobre, un calo che documenta non solo la mancata ripresa dei consumi, ma anche il loro rallentamento.

Un quinto della manovra è da rivedere, Governo alla prova di realismo
Paolo Zucca

L’economia italiana è fra le più deboli, rischia un passaggio in recessione, ed è frenata anche da un clima di incertezza in ogni nuova iniziativa di grande o piccolo investimento. Non è facile capire ora se il realismo nei conti pubblici (da verificare e trasformare in atti di legge) si trasformerà in volontà di una nuova crescita. Proprio la salute dell’economia aiuterebbe i partiti di Governo a rispettare le parole d’ordine e i programmi “tutto e subito” della campagna elettorale del marzo scorso.

Strasburgo - Veglia di preghiera
L'arcivescovo: il bene avrà l’ultima parola, non i demoni del male

Veglia di preghiera per le vittime e i feriti dell’attentato di Strasburgo. In cattedrale il sindaco della Città e le autorità politiche locali, i rappresentanti delle Chiese cristiane e tantissimi cittadini, molti dei quali martedì sera hanno vissuto in diretta le terribili scene dell’attentato. A loro l’arcivescovo Ravel ha detto: “La nostra sfida attuale è proteggere quei piccoli semi di bellezza e bontà che sono già ammirevolmente presenti tra noi”.

 

INTERVISTA L’arcivescovo al Sir: “Strasburgo colpita perché simbolo del Natale e dell’Ue” di M.Chiara Biagioni

REPORTAGE Strasburgo: fiori per i morti, pochi turisti oggi ai mercatini. “Il Natale per noi è già finito” / TAJANI AL SIR “Alla violenza del terrore rispondiamo con la forza della libertà” di G.Borsa

Crisi in Grecia
Patsis (Caritas):
Patsis (Caritas): "Aiutateci! Da soli non ce la facciamo più a dare aiuto"

Lo scorso 20 agosto la Grecia è uscita ufficialmente dal programma di aiuti europeo, avviato a maggio del 2010 per fare fronte alla voragine del suo deficit pubblico. Ma la crisi può dirsi davvero finita? Per i greci è iniziata, forse, la ripresa? Per padre Ioannis Patsis, vice presidente di Caritas Grecia e direttore di Caritas Atene, non è proprio così. E, al Sir, lancia un vero e proprio appello.

Pietre di inciampo
Spreafico: “Un segno antisemita in un mondo che ha perso la memoria”
Spreafico: “Un segno antisemita in un mondo che ha perso la memoria”

La solidarietà di mons. Ambrogio Spreafico, presidente della Commissione Cei per il dialogo e l’ecumenismo alla presidente della Comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello per il furto delle venti “pietre d’inciampo” dedicate alle vittime dell’Olocausto. “Le ho espresso il nostro dispiacere, la nostra condanna e la nostra vergogna per un gesto che vuole cancellare la memoria di un tempo tragico che non si deve ripetere”.

Diritti umani in America Latina
Monzant:
Monzant: "La povertà resta la maggiore causa di violazioni"

Il 70° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, celebrato lo scorso 10 dicembre, è stato vissuto senza festeggiamenti in gran parte dei Paesi latinoamericani. Pur non essendoci nel continente veri e propri conflitti dichiarati, i livelli di povertà, diseguaglianza, violenza, violazione dei diritti delle categorie più deboli continuano a essere all’ordine del giorno.

Dai migranti alla tragedia di Corinaldo: sempre alla ricerca di un capro espiatorio
Massimiliano Padula

Se da un lato gli italiani come collettivo tendono a chiudersi, dall’altro come singoli tendono sempre a raccontarsi e rappresentarsi sui social network. Questo atteggiamento contrapposto rischia di alterare la percezione autentica del paese reale, mortificando quel senso di comunità che dovrebbe essere il fondamento di ogni popolo. Destrutturare la dimensione comunitaria significa, infatti, mandare la società in cortocircuito. Non solo a livello identitario ma in riferimento a tutto quel corpus di norme, valori e istituzioni che la legittimano come tale e ne assicurano il funzionamento. In questo modo l’incertezza già dominante si trasforma in paura…

Europee 2019
Buttarelli: "Le prossime elezioni vitali per il futuro dell'Europa"

“Non possiamo ritornare alle tribune politiche, ma tutti coloro che utilizzano lo smartphone per comunicare o fruiscono di sistemi di messaggistica istantanea pseudo-gratuita non possono essere oggetto di una profilazione basata sul monitoraggio occulto di tutte le loro parole per fornire messaggi mirati. Così come è stato nel caso della Brexit o delle ultime elezioni statunitensi”. Ne è convinto Giovanni Buttarelli, garante europeo per la privacy.

Rapporto
Amnesty:
Amnesty: "In Italia gestione repressiva del fenomeno migratorio"

In Europa – secondo il rapporto Amnesty 2018 – l’anno è stato caratterizzato “dall’aumento dell’intolleranza, dell’odio e della discriminazione, in un contesto di progressivo restringimento degli spazi di libertà per la società civile”. Richiedenti asilo, rifugiati e migranti sono stati “respinti o abbandonati nello squallore mentre gli atti di solidarietà sono stati criminalizzati”.

Reinserimento
Un laboratorio di pasticceria nel carcere di Taranto
Un laboratorio di pasticceria nel carcere di Taranto

Dopo Articolo 21, il ristorante sociale, nato nel 2016 con il contributo di fondazione con il Sud e fondazione Megamark, in cui lavorano migranti, ex detenuti e ragazzi a rischio delle periferie della città, la cooperativa “Noi&Voi” si butta in una nuova avventura, con l’obiettivo di sempre: reintegrare nel tessuto sociale e lavorativo chi ha perso la libertà, i sogni, le speranze.

52° Rapporto
Censis:
Censis: "L'Italia è in preda a una sorta di sovranismo psichico”

“La delusione per lo sfiorire della ripresa e per l’atteso cambiamento miracoloso ha incattivito gli italiani” che “si sono resi disponibili a compiere un salto rischioso e dall’esito incerto, un funambolico camminare sul ciglio di un fossato che mai prima d’ora si era visto così vicino” proprio perché “la scommessa era poi quella di spiccare il volo”. È il 52° Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese a tracciare questa severa diagnosi.

Azione cattolica
Trionfini:
Trionfini: "Superare la frantumazione per rispondere alle sfide"

Chiuse le celebrazioni per il suo 150°, l’Azione cattolica italiana guarda al futuro. Intervista a tutto campo con Paolo Trionfini, direttore dell’Isacem che ha promosso nei giorni scorsi al Quirinale il convegno storico che ha suggellato il biennio celebrativo rilanciando la necessità di un nuovo protagonismo dei cattolici in politica e nella società. Parole d’ordine: creatività e formazione.

Nuovo presidente Usg
Sosa:
Sosa: "Presa di coscienza degli abusi e del loro insabbiamento"

Parla padre Arturo Sosa Abascal, proposito generale della Compagnia di Gesù e presidente dell’Unione superiori generali: “Vogliamo, di fatto, riconoscere gli abusi in modo tale che ci conducano alla conversione personale e istituzionale, sia come Compagnia di Gesù sia come Chiesa, e che ci aiutino ad assumere un sempre maggiore impegno nella lotta per la giustizia e la trasformazione della società in cui si verificano così tanti abusi”.

Dialogo in terra di Islam
Ideo del Cairo: “Siamo diversi ma non per questo siamo nemici”
Ideo del Cairo: “Siamo diversi ma non per questo siamo nemici”

Due anni fa il viaggio di Papa Francesco al Cairo e l’incontro con il Grand Imam di al-Azhar Ahmad Muhammad al-Tayyib. Da allora, gli abbracci e le udienze si sono moltiplicati ma sul campo ci sono loro, i domenicani dell’Ideo, a tessere ogni giorno il delicato filo del dialogo e dei rapporti con al-Azhar. È la loro missione in questa terra di islam. Fr. Druel: “La buona notizia è che Papa Francesco ha lanciato al mondo cristiano un messaggio simbolico molto forte: noi non siamo in guerra con i musulmani”.

 

ACCADE AL CAIRO Un laboratorio islamo-cattolico per “una teologia condivisa di dialogo”

Instagram
Roma
fisc Trasporti
Roma al voto per l’Atac

Domenica 11 novembre seggi aperti per la consultazione sulla messa a gara del trasporto pubblico gestito dalla municipalizzata. Comitato per il sì: rompere nodo che viene al pettine. Sostenitori del no: azienda spolpata da mala politica.

30 anni Sir
Accordo Santa Sede-Cina
Chiesa
Cultura
Politica & società
Esteri

Approfondimenti

Commenti al Vangelo

Almanacco
ALMANACCO LITURGICO
La Messa del Giorno e la liturgia delle Ore di ChiesaCattolica.it
APP
Scarica l’app ufficiale della Liturgia delle Ore per Smartphone e Tablet
BIBBIAEdu

Accesso completo alle traduzioni CEI del 2008 e del 1974, alla Bibbia Interconfessionale, alla Nova Vulgata, all’Antico Testamento ebraico ed aramaico, che riproduce il Westminster Leningrad Codex, e al Nuovo Testamento greco, che presenta il Greek New Testament della Society of Biblical Literature.