Quotidiano

Siria
Ucciso dall'Isis a Qamishli parroco armeno-cattolico
Ucciso dall'Isis a Qamishli parroco armeno-cattolico

È stata una vera e propria esecuzione quella che ha posto fine alla vita di padre Ibrahim (Hovsep) Hanna, parroco armeno-cattolico di san Giuseppe, la cattedrale di Qamishli. Il sacerdote è stato freddato da due uomini insieme a suo padre. L’attentato è stato rivendicato dallo Stato Islamico. Il ricordo del vicario episcopale della comunità armeno-cattolica.

Pastorale
Le suore per un carcere umano

Nell’ottica di un carcere che non punisce ma educa, fondamentale è la presenza al suo interno dei tanti religiosi e religiose che, oltre a portare la Parola dietro le sbarre, offrono ascolto, comprensione e affetto umano ai detenuti e detenute. L’iniziativa dell’Usmi per la Pastorale carceraria e il punto con la referente nazionale suor Annuccia Maestroni.

Iraq, attentato a militari italiani
Marcianò: “Opera di grande valore delle nostre Forze Armate”

È stato rivendicato oggi dall’Isis l’attacco, avvenuto ieri in Iraq, contro militari italiani, 5 feriti gravi il bilancio. La solidarietà delle Istituzioni e dell’Ordinariato militare. L’impegno dei nostri militari a favore “della custodia della persona umana e della pace, a volte pagato con la vita o con gravi ferite e mutilazioni, contribuisca – scrive mons. Marcianò – a sostituire il clima di terrore e odio violento con la logica del rispetto e della carità fraterna”.

Confessioni di un Sadduceo
Diego Fares

Non so se vi è mai capitato di trovarvi di fronte a una persona così, la cui sola presenza è sufficiente a far sì che non vogliate far altro che continuare a stare di fronte a lui. Che ci piaccia il fatto che sia vivo, voglio dire. Godere del fatto che esista. Il Dio vivente di cui parlavo era se stesso! E diverso allo stesso tempo. Non che una luce speciale che gli brillasse sopra. Il Dio vivente era nelle sue parole. Era presente in ognuna delle sue Parole come se fossero Parole viventi, capaci di creare quello che nominavano.

Alberto Castaldini
L’antisemitismo si batte con la relazione
Alberto Castaldini

Facciamo quotidianamente nostre, come i rabbini descritti da Martin Buber o Isaac Bashevis Singer, le domande di Abramo, di Mosè, di Giacobbe, persino le sofferenze di Giobbe, cui nessuno è estraneo al di là del suo credo. Perché furono l’assenza di domande, la rinuncia alla responsabilità comune e all’empatia, l’imposizione e l’accettazione di un’esclusiva visione del mondo, a negare i diritti fondamentali dell’uomo, sprofondandolo in un vortice di dolore senza precedenti nella storia. E facciamo infine nostra la lezione di un grande pensatore di origine ebraica, Hans Jonas, quando reinterpretando l’imperativo kantiano, affermò: “Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un’autentica vita umana sulla terra”.

Bimbo abbandonato a Torino
Bambino Gesù: “Non può guarire ma essere curato
Bambino Gesù: “Non può guarire ma essere curato"

Ha una patologia rarissima ad oggi inguaribile, ma il piccolo Giovannino, per il quale è scattata nel Paese una gara di solidarietà, può essere curato. Proseguendo il trattamento già in corso il bimbo potrà continuare ad avere una buona qualità di vita. Lo assicura la responsabile di Dermatologia dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma che nel suo reparto segue due casi analoghi.

Siria
Torna in Italia il piccolo Alvin: quale futuro per i figli dell'Isis?

Il rientro in Italia di Alvin, ritrovato nel campo profughi di Al Hol, dopo che sua madre lo aveva rapito per portarlo in Siria dove si era recata per combattere a fianco dell’Isis, rimette al centro dell’attenzione il tema dei figli e delle famiglie dei foreign fighters. Quale futuro, quale recupero? Il commento dell’esperto di terrorismo e radicalismo, Claudio Bertolotti, e l’esperienza portata avanti ad Aleppo dai francescani a favore proprio dei ‘figli e delle mogli dell’Isis’.

EUROPA
L'economia in Ue frena, Italia maglia nera

Gli economisti di Bruxelles mettono in guardia Stati e sistemi produttivi rispetto alle crescenti “incertezze” internazionali: tensioni commerciali, la Cina rallenta, Brexit “disordinato”. Alcuni Paesi hanno spiccato il volo, con Pil oltre il 4%. In fondo alla classifica Italia ultima, Germania penultima.

Politica
Il reddito di cittadinanza ha bisogno di un tagliando
Il reddito di cittadinanza ha bisogno di un tagliando

Una messa a punto del provvedimento è doverosa. Anche per evitare che le contraddizioni obiettivamente presenti diventino il pretesto per azzerare tutto e rinnegare il cammino faticosamente compiuto in questi anni, a partire dalla proposta del reddito d’inclusione sociale, lanciata dall’Alleanza contro la povertà nell’ormai lontano 2013.

Sorgente di pace
Un mese dopo l'offensiva turca in Siria non si attenua l'emergenza

È trascorso quasi un mese dall’inizio, il 9 ottobre, dell’offensiva militare turca “Sorgente di pace”, nel nordest siriano dove è sempre più emergenza umanitaria. Effetti che non si fermano solo alla Siria ma che toccano anche l’Iraq dove arrivano sfollati siriani al ritmo di 1.200 persone al giorno. Le testimonianze dalla città siriana di confine Qamishili e dal Kurdistan iracheno.

EUROPA
Web, risorsa e minaccia. Democrazia a dura prova nell'era digitale

Mille partecipanti, da un centinaio di Paesi, si sono dati appuntamento a Strasburgo per il Forum promosso dal Consiglio d’Europa. Tre giorni di dibattiti, laboratori, mostre ed eventi per mettere a fuoco il rapporto tra il flusso crescente di informazioni, la credibilità delle notizie, la libertà di espressione, la partecipazione – consapevole ed “educata” – dei cittadini alla vita democratica.

30° anniversario
Vescovi Comece: “Costruire muri tra i popoli non è la soluzione”
Vescovi Comece: “Costruire muri tra i popoli non è la soluzione”

Dichiarazione dei vescovi dell’Unione europea (Comece) in occasione dei 30 anni della caduta del muro di Berlino. “Invitiamo tutti gli europei a lavorare insieme per un’Europa libera e unita, tramite un rinnovato processo di dialogo che trascenda mentalità e culture, rispettando le nostre diverse esperienze storiche e condividendo le nostre speranze e aspettative per un futuro comune di pace”.

EUROPA
L'Europa dell'est dopo il Muro di Berlino

In moltissime città d’Europa sono in corso le celebrazioni che ricordano i fatti del 9 novembre 1989. Crollava, assieme al muro che divideva in due Berlino dal 1961, il sistema sovietico. Gli Stati ex comunisti, ritrovata libertà e democrazia, fecero subito domanda di adesione alla Comunità europea. Trascorsi 30 anni, a che punto si trovano i Paesi dell’Europa centro-orientale?

Appello al Comune
Tre asili interculturali a rischio chiusura
Tre asili interculturali a rischio chiusura

A Roma tre centri interculturali per minori stranieri ed italiani da 0 a 6 anni – “Piccolo mondo” della cooperativa Roma Solidarietà della Caritas di Roma,”Munting Tahanan” di Cfmw Italia e “Il sorriso di Gaia” di Virtus Italia onlus – rischiano di chiudere. Le convenzioni sono scadute a maggio e non è ancora uscito il bando promesso.

Filippo Santoro
Trovare soluzioni per Taranto, per i cittadini e per i lavoratori
Filippo Santoro

Occorre uno sforzo di rinnovata analisi e di creatività per far nascere posti di lavoro stabili. Se si decide poi per il ridimensionamento della fabbrica si deve “pre-vedere” un piano di graduale occupazione delle diverse migliaia di persone in questo territorio. Queste, lasciando il siderurgico, dovranno poter usufruire di nuovi investimenti, per sviluppare anche il terziario, una agricoltura di eccellenza, l’utilizzo delle risorse del mare e il turismo. Diversamente continueremmo nella stessa paralisi attuale accontentandoci di false soluzioni con ammortizzatori sociali che durerebbero 10-20 anni, senza creare nuova occupazione, non rispettando così la dignità della persona umana che si realizza nel lavoro.

Rapporto Svimez
In Italia si riallarga il gap di occupazione tra Sud e Centro-Nord
In Italia si riallarga il gap di occupazione tra Sud e Centro-Nord

“I posti di lavoro da creare per raggiungere i livelli del Centro-Nord sono circa 3 milioni”. Lo segnala il Rapporto Svimez  sull’economia e la società del Mezzogiorno, presentato stamani alla Camera dei deputati. “La crescita dell’occupazione nel primo semestre del 2019 riguarda solo il Centro-Nord (+137.000), cui si contrappone il calo nel Mezzogiorno (-27.000)”, indica il report.

Piazze in ebollizione: nasce un'altra globalizzazione?
Jean-Dominique Durand

La Francia dei “gilets jaunes”. Poi Algeria, Cile, Hong Kong, Libano, Bolivia, Catalogna, Romania, Regno Unito… Le strade nel mondo urlano contro i governi, contro i poteri politici, i popoli entrano in ebollizione. Il mondo globale non è soltanto il mondo degli scambi mercantili, della finanza o del turismo. La contestazione diventa globale. L’epoca global è anche quella delle imponenti manifestazioni che, grazie ai media e ai social, rimbalzano da un continente all’altro. Certamente non esiste una connessione tra questi movimenti, non c’è un’unica regia, i temi per i quali ci si solleva sono differenti. Non esiste un “capo” che organizza tutto. Ognuno ha la sua propria storia e vicenda locale; poi una scintilla fa divampare l’incendio.

30° anniversario
La Germania ricorda il crollo del muro

Il 9 novembre 1989 cambiava il corso della storia della città tedesca, assieme a quello del Paese e dell’Europa, fino ad allora divisi dalla cortina di ferro. Assieme al muro, costruito nel 1961, che tagliava in due Berlino, cadeva simbolicamente il regime comunista. Il popolo ritrovava la libertà, ma ora i Lander dell’est chiedono pari opportunità economiche e sociali.

Antonello Carvigiani
“Marocchinate”: spunta un’ipotesi (labile) in un documento
Antonello Carvigiani

Nella sua ricostruzione il comandante delle truppe coloniali francesi avrebbe confessato il reale motivo delle violenze: una vendetta dei francesi nei confronti dell’Italia. Il riferimento sembra, a dire il vero, un po’ labile. Anzi, Juin, pur disprezzando la politica mussoliniana, chiede alle sue truppe di “mantenere un’attitudine dignitosa”. Naturalmente, il documento andrà letto tutto con attenzione (in che lingua è scritto?). Ora, abbiamo solo qualche stralcio rilanciato dalle agenzie di stampa. E l’ipotesi di Ciotti andrà valutata in modo serio e approfondito.

Sinodo per l'Amazzonia
La parola chiave è "conversione"

Parlano al Sir i tre vescovi italiani – Pompili, Santoro, Spreafico – che hanno partecipato ai lavori sinodali. Nelle loro parole un bilancio dell’assise svoltasi in Vaticano da cui emerge anzitutto la preoccupazione per la “casa comune”. Sulle questioni relative all’ordinazione sacerdotale per i diaconi permanenti, anche sposati, e l’accesso per le donne al ministero del lettorato e dell’accolitato “l’ultima parola spetta al Santo Padre”.

DOCUMENTO FINALE Ordinare sacerdoti i diaconi permanenti, anche sposati

Argentina e Uruguay
Qual è il risultato uscito dalle urne?
Qual è il risultato uscito dalle urne?

In Argentina si assiste al ritorno del peronismo di sinistra, con la vittoria al primo turno di Alberto Fernández, che a scrutinio quasi completato ottiene il 48,1%, contro il 40,4% del presidente uscente, Mauricio Macri, liberale di destra. In Uruguay, invece, bisognerà attendere il ballottaggio per vedere se la sinistra del Frente Amplio, con Daniel Carlos Martínez, riuscirà a confermarsi o dovrà cedere il passo al Partito Nazionale di destra di Luis Alberto Lacalle Pou.

Terrorismo
Cristiani prudenti su morte di Abu Bakr Al-Baghdadi
Cristiani prudenti su morte di Abu Bakr Al-Baghdadi

Non tutti i cristiani siriani credono alla morte di Al-Baghdadi. Da Idlib a Hassaké, passando per Aleppo e Qamishili, la sensazione è quella di trovarsi di nuovo davanti ad una fake news. “Lo hanno dato per morto altre  quattro volte” ripetono le fonti interpellate dal Sir. Ma il problema resta la mentalità dello Stato islamico da fronteggiare con le armi della cultura, della formazione e dello studio.

BERTOLOTTI “Dopo la morte di Al-Baghdadi si apre una nuova fase dell’Isis”

Instagram
Crema
fisc Adolescenti
Premiati dal Comune i 51 ragazzi delle scuole medie “Vailati” sequestrati dall’autista del pullman

Dopo essere stati in visita da Papa Francesco e dal ministro Marco Bussetti, i 51 ragazzi delle scuole medie “Vailati” – come ben si ricorda, protagonisti dello spiacevole episodio del 20 marzo scorso, quando sono stati sequestrati e minacciati di morte dall’autista del pullman che doveva riportarli dalla palestra all’Istituto – sono stati ricevuti dal’amministrazione comunale Bonaldi.

Caltagirone
fisc Politica
Il miracolo di Luigi Sturzo

Con il suo Appello Sturzo tratteggiava i lineamenti sui quali doveva costruirsi uno Stato moderno ed europeo, all’indomani di una guerra disastrosa. Accogliere e innestare i valori del pensiero liberale e democratico nella prospettiva evangelica, rispettare l’autonomia dei vari ambiti della società, nello spirito dettato dall’enciclica Rerum Novarum, promulgata il 15 maggio 1891 da Papa Leone XIII, è stato il grande capolavoro di Sturzo.

Chiesa
Cultura
Politica & società
Esteri

Approfondimenti

Commenti al Vangelo

Almanacco
ALMANACCO LITURGICO
La Messa del Giorno e la liturgia delle Ore di ChiesaCattolica.it
APP
Scarica l’app ufficiale della Liturgia delle Ore per Smartphone e Tablet
BIBBIAEdu

Accesso completo alle traduzioni CEI del 2008 e del 1974, alla Bibbia Interconfessionale, alla Nova Vulgata, all’Antico Testamento ebraico ed aramaico, che riproduce il Westminster Leningrad Codex, e al Nuovo Testamento greco, che presenta il Greek New Testament della Society of Biblical Literature.