Quotidiano

EUROPA
Gilet gialli. Quinio (Ssf): per Macron compito non facile.

Dopo 4 settimane di manifestazioni, il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron si rivolgerà questa sera alla Nazione. Dominique Quinio: “Il compito non è facile. Dovrà parlare in maniera convincente ma soprattutto dimostrare che non è dalla parte dei ricchi, che non è sprezzante nei confronti delle parti più vulnerabili della società, e riconoscere non tanto i suoi errori ma il fatto che fino ad oggi il suo primo scopo è stato quello di risanare l’economia della Francia per poi, eventualmente dopo, lavorare sul sociale. Si è accorto in questi giorni che le due cose dovevano assolutamente andare di pari passo”.

Europee 2019
Buttarelli: "Le prossime elezioni vitali per il futuro dell'Europa"

“Non possiamo ritornare alle tribune politiche, ma tutti coloro che utilizzano lo smartphone per comunicare o fruiscono di sistemi di messaggistica istantanea pseudo-gratuita non possono essere oggetto di una profilazione basata sul monitoraggio occulto di tutte le loro parole per fornire messaggi mirati. Così come è stato nel caso della Brexit o delle ultime elezioni statunitensi”. Ne è convinto Giovanni Buttarelli, garante europeo per la privacy.

Nobel pace
Consegnati i premi a Nadia Murad e Denis Mukwege
Consegnati i premi a Nadia Murad e Denis Mukwege

Sono stati consegnati a Oslo i premi Nobel per la pace: Nadia Murad e Denis Mukwege, sono due “campioni di dignità umana” nella loro lotta per mettere in luce l’oppressione sulle donne, ha dichiarato la presidente del comitato Berit Reiss-Adersen. La “lotta per la giustizia li unisce nonostante le loro differenze”, ha spiegato ancora Reiss Andersen prima della consegna del premio: lei giovane donna yazida, vittima nella sua carne di violenza e soprusi, lui medico congolese che presta le sue capacità chirurgiche per curare le donne vittime di violenza.

Rapporto
Amnesty:
Amnesty: "In Italia gestione repressiva del fenomeno migratorio"

In Europa – secondo il rapporto Amnesty 2018 – l’anno è stato caratterizzato “dall’aumento dell’intolleranza, dell’odio e della discriminazione, in un contesto di progressivo restringimento degli spazi di libertà per la società civile”. Richiedenti asilo, rifugiati e migranti sono stati “respinti o abbandonati nello squallore mentre gli atti di solidarietà sono stati criminalizzati”.

Messico
Aguilar: “Popoli nativi siano rispettati nella loro soggettività”
Aguilar: “Popoli nativi siano rispettati nella loro soggettività”

L’unico modo per risolvere la questione degli indigeni nel Chiapas in modo definitivo è “far cessare la corruzione e l’impunità. Che il problema sia risolto in modo equo, cioè senza beneficio per alcuni e pregiudizio per gli altri”. Lo spiega al Sir il vescovo di San San Cristóbal de Las Casas, mons. Rodrigo Aguilar Martínez.

Reinserimento
Un laboratorio di pasticceria nel carcere di Taranto
Un laboratorio di pasticceria nel carcere di Taranto

Dopo Articolo 21, il ristorante sociale, nato nel 2016 con il contributo di fondazione con il Sud e fondazione Megamark, in cui lavorano migranti, ex detenuti e ragazzi a rischio delle periferie della città, la cooperativa “Noi&Voi” si butta in una nuova avventura, con l’obiettivo di sempre: reintegrare nel tessuto sociale e lavorativo chi ha perso la libertà, i sogni, le speranze.

Martiri di Tibhirine
Becciu:
Becciu: "La loro morte porterà frutti di riconciliazione"

“La morte tragica dei beati Pietro Claverie e dei 18 compagni martiri è un seme sparso nei momenti difficili, fecondato dalla sofferenza, che porterà frutti di riconciliazione e di giustizia”. Lo ha detto il card. Giovanni Angelo Becciu, prefetto della Congregazione delle cause dei santi, nell’omelia della messa celebrata in occasione della beatificazione.

 

AMBASCIATORE ITALIANO / ARCIVESCOVO ALGERI / POSTULATORE CAUSA BEATIFICAZIONE di M.Chiara Biagioni

52° Rapporto
Censis:
Censis: "L'Italia è in preda a una sorta di sovranismo psichico”

“La delusione per lo sfiorire della ripresa e per l’atteso cambiamento miracoloso ha incattivito gli italiani” che “si sono resi disponibili a compiere un salto rischioso e dall’esito incerto, un funambolico camminare sul ciglio di un fossato che mai prima d’ora si era visto così vicino” proprio perché “la scommessa era poi quella di spiccare il volo”. È il 52° Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese a tracciare questa severa diagnosi.

A 70 anni dalla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo c'è ancora molto da fare
Francesco Bonini

Ecco allora la duplice sfida che anche Papa Francesco ha ricordato in un recente, impegnativo messaggio inviato ad un convegno promosso dalla Fondazione Ratzinger e dalla Lumsa: “È opportuno non solo celebrare la memoria di quello storico evento, ma anche impostare una riflessione approfondita sulla sua attuazione e sullo sviluppo della visione dei diritti umani nel mondo odierno”. Per attuare dunque i 30 articoli che illustrano i diritti di cui al catalogo del 1948 c’è molto da fare. Basta ricordare tre punti, il diritto alla vita, i diritti dei migranti e dei profughi, il diritto alla libertà religiosa.

20 anni di Rondine
Vaccari:
Vaccari: "Dobbiamo togliere acqua alla guerra"

Rondine-Cittadella della Pace compie 20 anni. Dopo l’udienza del 3 dicembre di Papa Francesco, i suoi giovani si preparano a volare a New York dove lunedì lanceranno il loro appello di pace ai 193 Stati membri alle Nazioni Unite, riuniti in occasione delle celebrazioni del 70° Anniversario dei Diritti dell’Uomo. Con il presidente Franco Vaccari il Sir ha fatto il punto di questi primi 20 anni.

 

GIOVANI Rondine-Cittadella della pace compie 20 anni

Papa negli Emirati Arabi
Hinder:
Hinder: "È un passo importante nel dialogo tra musulmani e cristiani"

Papa Francesco sarà ad Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti), dal 3 al 5 febbraio 2019, per partecipare all’Incontro interreligioso internazionale sulla fratellanza umana. Mons. Paul Hinder, che guida il Vicariato dell’Arabia meridionale (Emirati Arabi Uniti, Oman e Yemen), anticipa al Sir che “il 5 febbraio mattina il Papa celebrerà una messa in un luogo pubblico ad Abu Dhabi” messo a disposizione dal governo degli Emirati Arabi Uniti. Si tratta di “un gesto molto apprezzato”.

EUROPA
Brexit:

Il politologo delle università di Aberdeen e Edimburgo fa il punto, con il Sir, sulla politica britannica in vista del voto a Westminster di martedì prossimo. Mancano tre mesi al recesso dall’Unione europea ma il governo di Theresa May non ha ancora trovato una via d’uscita che metta d’accordo tutte le anime della maggioranza parlamentare. Le divisioni attraversano la società civile e oppongono inglesi a irlandesi e scozzesi.

EUROPA
Religioni messe all'angolo. L'analisi del sociologo:

Secondo i dati recentemente pubblicati dall’Ufficio nazionale di statistica (Centraal Bureau voor de Statistiek), il 51% degli olandesi al di sopra dei 15 anni non appartiene ad alcuna Chiesa o religione in generale. La minoranza credente è per il 24% legata alla Chiesa cattolica, per il 6% alla Chiesa riformata e altrettanti a quella protestante, il 6% ad altre denominazioni, all’islam il 5%. Joris Kregting, sociologo della religione, commenta questi numeri per il Sir, segnalando un avanzatissimo processo di secolarizzazione.

Nuovo presidente Usg
Sosa:
Sosa: "Presa di coscienza degli abusi e del loro insabbiamento"

Parla padre Arturo Sosa Abascal, proposito generale della Compagnia di Gesù e presidente dell’Unione superiori generali: “Vogliamo, di fatto, riconoscere gli abusi in modo tale che ci conducano alla conversione personale e istituzionale, sia come Compagnia di Gesù sia come Chiesa, e che ci aiutino ad assumere un sempre maggiore impegno nella lotta per la giustizia e la trasformazione della società in cui si verificano così tanti abusi”.

Decreto sicurezza
I beni confiscati alla criminalità organizzata e i dubbi delle associazioni
I beni confiscati alla criminalità organizzata e i dubbi delle associazioni

Nel documento si mette in evidenza come i proventi delle vendite dei beni confiscati “in linea generale non vengono reimpiegati nello stesso circuito per sostenere l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali o del privato-sociale”. Dietro questa osservazione c’è anche la forte richiesta che viene dai territori affinché le risorse vengano impegnate nelle aree di provenienza dei beni, come una sorta di risarcimento per le comunità ferite dalle mafie, e non fatte genericamente confluire nel bilancio dei ministeri.

EUROPA
Suore e frati contro la schiavitù: rifugi per le vittime della tratta

Dal 2007 sedici ordini religiosi in Inghilterra e Galles hanno messo a disposizione ventinove proprietà, del valore complessivo di 18 milioni di euro, dove creare centri per ospitare bambini, donne e uomini sottratti a prostituzione, lavoro nero e altre forme di violenza e imposizione. I risultati di una ricerca della Arise Foundation illustrati dal direttore Luke de Pulford.

Dialogo in terra di Islam
Ideo del Cairo: “Siamo diversi ma non per questo siamo nemici”

Due anni fa il viaggio di Papa Francesco al Cairo e l’incontro con il Grand Imam di al-Azhar Ahmad Muhammad al-Tayyib. Da allora, gli abbracci e le udienze si sono moltiplicati ma sul campo ci sono loro, i domenicani dell’Ideo, a tessere ogni giorno il delicato filo del dialogo e dei rapporti con al-Azhar. È la loro missione in questa terra di islam. Fr. Druel: “La buona notizia è che Papa Francesco ha lanciato al mondo cristiano un messaggio simbolico molto forte: noi non siamo in guerra con i musulmani”.

 

ACCADE AL CAIRO Un laboratorio islamo-cattolico per “una teologia condivisa di dialogo”

Politica
Reddito di cittadinanza: tutti i dubbi dell’Alleanza contro la povertà
Reddito di cittadinanza: tutti i dubbi dell’Alleanza contro la povertà

“Abbiamo reiterato tre volte la richiesta di un colloquio con il ministro Di Maio ma non ci è stato possibile incontrarlo”. Roberto Rossini, portavoce dell’Alleanza contro la povertà, ha espresso il suo rammarico per la mancata interlocuzione con il governo sul Reddito di cittadinanza (Rdc), presentando a Roma il documento in cui l’Alleanza argomenta i suoi “dubbi” sul provvedimento in arrivo.

La recessione che sta arrivando non si può vincere da soli
Paolo Zucca

Quando un Paese entra in recessione, soprattutto se la crisi è prolungata, l’occupazione e l’utilizzo degli impianti tende a ridursi, gli investimenti aspettano periodi migliori e anche i prestatori di denaro, alle imprese e allo Stato, preferiscono agire con la massima prudenza. Cambiano anche le modalità di impiego dei lavoratori e l’esperienza di questi anni ha insegnato che al lavoro a tempo determinato (perso o neppure raggiunto) si sostituiscono attività di microimprenditorialità, lavori e lavoretti. Se l’economia si rattrappisce si riducono o diventano più irregolari le entrate fiscali.

G20
Greco (Iai):
Greco (Iai): "Vertice depotenziato per le posizioni di Trump"

“Il disimpegno statunitense sulla cooperazione multilaterale si riflette in una dichiarazione più timida e inconsistente delle precedenti”. Così Ettore Greco, vicepresidente vicario dell’Istituto affari internazionali (Iai), a conclusione del vertice argentino: “Non c’è una condanna esplicita del protezionismo e si ribadisce che il commercio, oltre a essere libero, deve essere anche corretto ed equo. Gli altri leader si sono piegati alla visione di Trump”.

 

G20 Leader quasi d’accordo su migrazioni e commercio. Divisi sul clima di S.Numico

Decreto sicurezza
Ciai:
Ciai: "Per i minori è una bomba sociale di persone allo sbando"

Degli effetti del Decreto sicurezza e immigrazione sui cosiddetti minori stranieri non accompagnati (Msna) parla Paola Crestani, presidente del Centro italiano di aiuto all’infanzia: a 18 anni e 1 giorno rischiano di essere gettati in mezzo ad una strada e di cadere nel giro della criminalità e del lavoro nero.

 

Immigrati e accoglienza: non è questione di sicurezza o di ordine pubblico di L. Ciotti

Droghe e dipendenze
Pisanu:
Pisanu: "Pandemia su cui è calata l'attenzione"

A denunciarlo al Sir è Nicolò Pisanu, tra i relatori del convegno organizzato in Vaticano su questo tema. “Tutti siamo chiamati a contrastare la produzione, l’elaborazione e la distribuzione della droga nel mondo”, l’appello di Papa Francesco ai partecipanti: “È dovere e compito dei governi affrontare con coraggio questa lotta contro i trafficanti di morte”. Tra le “schiavitù” più pericolose: quelle di cui sono vittime i giovani nella rete

I cattolici e il tradimento dell’Italia europea
Giuseppe Tognon

Nell’amore stavano le “origini evangeliche” dell’aspirazione democratica che avevano permeato gran parte della storia politica della modernità, fino a plasmare le parole d’ordine – liberté, égalité, fraternité– della più importante di tutte le rivoluzioni moderne. Lo statista trentino morì nel 1954 con l’amarezza di vedere bocciato il progetto di una politica comune per la sicurezza, ma oggi il più è fatto: perché rimettere in discussione tutto l’impianto europeista? E se anche si volesse giudicare la politica degasperiana figlia del suo tempo, superata, non si può non vedere che sul piano della politica estera non c’è una politica migliore della sua. I limiti dell’Europa di Bruxelles sono evidenti, ma nessuna grande politica internazionale è mai esistita né mai potrà esistere se non si fonda su basi storiche solide. L’Europa unita è una di queste. L’ignoranza della storia non è ammessa, così come per i cattolici non è ammessa l’ignoranza della fede. Su certe questioni tradire la prima significa tradire anche la seconda.

Instagram
Roma
fisc Trasporti
Roma al voto per l’Atac

Domenica 11 novembre seggi aperti per la consultazione sulla messa a gara del trasporto pubblico gestito dalla municipalizzata. Comitato per il sì: rompere nodo che viene al pettine. Sostenitori del no: azienda spolpata da mala politica.

30 anni Sir
Accordo Santa Sede-Cina
Chiesa
Cultura
Politica & società
Esteri

Approfondimenti

Commenti al Vangelo

Almanacco
ALMANACCO LITURGICO
La Messa del Giorno e la liturgia delle Ore di ChiesaCattolica.it
APP
Scarica l’app ufficiale della Liturgia delle Ore per Smartphone e Tablet
BIBBIAEdu

Accesso completo alle traduzioni CEI del 2008 e del 1974, alla Bibbia Interconfessionale, alla Nova Vulgata, all’Antico Testamento ebraico ed aramaico, che riproduce il Westminster Leningrad Codex, e al Nuovo Testamento greco, che presenta il Greek New Testament della Society of Biblical Literature.