Quotidiano

La nota di Stefano Costalli

Diverse tensioni e pochi frutti concreti

Molti governi sono ripiegati su una concezione ristretta dei propri interessi, incapaci di elaborare progetti di ampia portata orientati al bene comune e di convergere su posizioni negoziate. Nella dichiarazione gli Stati si impegnano a cooperare fattivamente per combattere il terrorismo e il fenomeno dei foreign fighters attraverso azioni comuni di intelligence e uno scambio costante di informazioni, ma si tratta semplicemente di ciò che è necessario in un contesto come quello attuale, senza considerare che la lotta interna al governo americano sta creando tensioni con i servizi segreti di alcuni Paesi alleati

Altri articoli in primo piano

Dai settimanali e periodici diocesani

Foto e video

Approfondimenti

Giornata mondiale gioventù

Gmg2016

Commenti al Vangelo