Quotidiano

La nota di Alessandro Rosina

La spinta a cambiare in meglio

Per costruire un futuro migliore non dobbiamo considerare i giovani come i “perdenti” da proteggere in un mondo diverso dal passato, ma le risorse principali per contribuire a cambiare il mondo nella direzione auspicata. Le nuove generazioni sono il nuovo che produce nuovo. Non vengono per essere uguali alle generazioni precedenti (quelle dei genitori e dei nonni) e non nascono e crescono in un mondo uguale a quello delle generazioni precedenti. Sono quindi il modo attraverso cui una società costruisce il proprio futuro, che è sempre un luogo diverso dal presente

Al-Azhar: “Francesco può condurre il mondo alla pace”

Intervista esclusiva con l’ambasciatore Abdel Rahman Moussa, consigliere del Grand Imam di al-Azhar per le relazioni esterne, a pochi giorni…

Altri articoli in primo piano

Dai settimanali e periodici diocesani

Foto e video

Approfondimenti

Giornata mondiale gioventù

Gmg2016

Commenti al Vangelo