Quotidiano

La nota di Cristiana Dobner

Francesco ci ha donato ali per volare in alto

La lettura della Costituzione Apostolica di Papa Francesco Vultum Dei quaerere sulla vita contemplativa femminile suscita come primo moto interiore il ringraziamento: caldo e reso certo dalla comprensione che affiora in ogni pagina. Non ci sono state calate dall’alto disposizioni, rigori di osservanze, un letto di Procuste in cui le nostre membra vengono segmentate, tagliate finché non rientrano esattamente nello schema previsto. Ci sono state donate ali per volare in alto, senza timore di precipitare perché il vento che le sorregge è la Ruach, lo Spirito che si libra sulle acque della creazione come l’uccello madre si libra sul nido a proteggere i suoi piccoli. Quello Spirito che conduce alle porte del monastero e ci aiuta a varcarne la soglia, con un’unica motivazione “attratti dal Volto del Dio santo e insieme dalla ‘terra sacra che è l’altro’”.

Nel tunnel del pensiero catastrofista

Il treno impazzito, il camion assassino, il golpe sanguinario. Si è chiusa una settimana shock. E dopo ogni tragedia, una…

Altri articoli in primo piano

Dai settimanali e periodici diocesani

Foto e video

Photonews

Fatti & pensieri

Edizione del 18 luglio 2016

Approfondimenti

Commenti al Vangelo