Un aiuto concreto ai nostri anziani

La provincia di Pavia è una delle aree del nostro Paese con maggiore presenza di anziani. Persone spesso già avanti con gli anni e che, in molti casi, vivono sole. Al di là delle belle parole spese in tavole rotonde e convegni, c’è bisogno di sostenerli con azioni incisive.

La provincia di Pavia è una delle aree del nostro Paese con maggiore presenza di anziani. Persone spesso già avanti con gli anni e che, in molti casi, vivono sole. Al di là delle belle parole spese in tavole rotonde e convegni, c’è bisogno di sostenerli con azioni incisive. Finalmente qualcosa si sta cominciando a vedere anche sul nostro territorio. Nei giorni scorsi è stato presentato a Pavia il progetto “badante di condominio” (ne parliamo su questo numero de “il Ticino”), rivolto ai 50 ospiti del caseggiato Aler di viale Sardegna. Il Comune ha scelto di finanziare la fase sperimentale dell’iniziativa (sino al 31 dicembre 2020), promossa grazie alla presenza dell’associazione “Vasi di Creta”. E’ merito di questa realtà, guidata dal diacono Giovan Battista Sansica, se un folto gruppo di anziani può continuare a conservare la propria indipendenza. Un’autonomia che ora sarà ancora più consolidata grazie alla presenza giornaliera di una Oss (una figura specializzata nelle operazioni per l’igiene personale, oltre a interventi di carattere socio-sanitario) e di una inserviente alla quale vengono affidati lavori domestici. Un’esperienza che merita di essere valutata con grande attenzione e, se possibile, replicata in altri contesti della città. Sempre in tema di sostegno alla terza età, va segnalata anche la disponibilità di Anaci Pavia (l’associazione degli amministratori condominiali), tramite il presidente Riccardo Tarrini, ad aiutare i pensionati a prevenire l’odioso fenomeno delle truffe. I nostri anziani ci chiedono un aiuto concreto per non essere lasciati soli.

(*) direttore de “Il Ticino” (Pavia)

Altri articoli in Territori

Territori