Reale problema o ossessione?

Da più parti si segnala che anche in Italia (come in altri Paesi europei) la percezione del problema migranti è assolutamente sproporzionata. Gli italiani prima o poi se ne accorgeranno?

Il dibattito che il “Decreto dignità” ha acceso sul tema del lavoro e del precariato è di grande rilevanza per l’argomento stesso e perché (finalmente) ci ricorda che l’Italia non ha solo il problema migranti e che al governo oltre al ministro dell’interno e vicepremier Matteo Salvini (che imperversa su social e tv), c’è anche qualcun altro, come per esempio, appunto, l’altro vicepremier (Luigi Di Maio).
Per qualche giorno qualcuno poteva persino essersi illuso e aver pensato di essere in un Paese con un solo, enorme problema: gli immigrati! Se non siamo felici, ricchi, sicuri, rilassati è solo colpa di questi “povericristi” che si avventurano in mare alla ricerca di un po’ di futuro. Bloccati a casa loro, tutto sarà risolto. Sarebbe interessante chiedersi, davvero, perché questi disperati partono, chi ha provocato le cause per cui preferiscono rischiare di annegare in mare piuttosto che restare nel loro inferno. In tutto questo c’è una chiara responsabilità dell’Occidente e delle politiche portate avanti nei confronti dell’Africa. Ma si fa finta di nulla, si fa finta che il problema sia l’insistenza con cui questi profughi vogliono entrare “a casa nostra”. Continua la narrazione secondo la quale la questione è fermare l’invasione di profughi. Tutto è concentrato lì. Questo è il vero, solo problema che abbiamo.
Se però ci si guarda intorno un po’ più attentamente ci si accorge che tutto appare come una grande bufala. E ci si chiede perché … Specie in questi mesi che gli arrivi di migranti sono crollati.
Un’ipotesi è che Matteo Salvini sia rimasto traumatizzato da piccolo da un “vu cumprà” che in spiaggia gli avrebbe offerto un “coccobelo” avariato facendogli venire un fortissimo mal di pancia … ma diciamolo l’ipotesi è poco credibile; un’altra ipotesi è che il tutto sia una grande operazione di distrazione di massa rispetto agli altri problemi con cui l’italiano medio si trova a confrontarsi e rispetto ai quali il Governo non ha ancora battuto un colpo.
Una terza ipotesi – la più probabile – è che nei migranti Matteo Salvini abbia trovato la sua miniera d’oro e voglia sfruttarla elettoralmente il più possibile, prima che si esaurisca. Da più parti, infatti, si segnala che anche in Italia (come in altri Paesi europei) la percezione del problema migranti è assolutamente sproporzionata. Gli italiani prima o poi se ne accorgeranno?
Non è detto perché la paura alimentata attraverso lo spauracchio dei profughi è dura da guarire.
Si tratta di capire se il governo si accorgerà che l’Italia ha anche molti altri (e più seri) problemi …
Gli italiani sembrano essersene dimenticati.

(*) direttore “La Voce dei Berici” (Vicenza)

Altri articoli in Territori

Territori