La tua firma conta

Nella nostra diocesi di Chioggia, oltre alla parte assegnata dalla Cei annualmente (circa 940.000 €, di cui 500.000 sono stati destinati alle esigenze di culto e pastorali e 440.000 ad interventi caritativi), con l’8xmille sono stati finanziati altri progetti mirati, di grande utilità per le nostre comunità, con contributi che sono venuti incontro a stanziamenti più alti, difficilmente da noi affrontabili. Sono 35 i progetti realizzati in questi anni (se ne può prendere visione nella mappa generale: http://www.8xmille.it/Mappa_8xmille)

Domenica scorsa si è tenuta in tutta Italia la giornata di sensibilizzazione per la firma dell’8xmille alla Chiesa Cattolica. Un’occasione per ricordare le tante opere che, anche con l’aiuto di questa particolare forma di sostegno da parte dei fedeli e dei cittadini – che non costa nulla in più alle persone, ma orienta l’assegnazione di quella parte di tasse -, la Chiesa in Italia continua a compiere. Opere di servizio ai poveri e ai bisognosi in Italia e nel terzo mondo, opere di sostegno alle attività pastorali a beneficio di tutte le comunità, opere di manutenzione e restauro del grande patrimonio artistico e culturale che appartiene di fatto a tutta la nazione e ne promuove l’immagine nel mondo attirando innumerevoli visitatori. Nel 2016 quelli che hanno firmato a favore della Chiesa cattolica sono stati circa l’81%. Anche coloro che non sono tenuti alla presentazione della Dichiarazione dei redditi possono (e dovrebbero, aggiungiamo noi) apporre la loro firma in quella casella e far pervenire alle parrocchie o alla Curia o spedire la Dichiarazione. È una preziosa forma di collaborazione poiché quella firma – come recita uno degli efficaci slogan coniati “può aiutare milioni di persone, vicino a te o dall’altra parte del mondo”.

I soldi assegnati dallo Stato, sulla base di queste firme, sono stati nel 2016 circa un miliardo di euro, suddivisi dalla CEI in 400 milioni per “esigenze di culto e pastorali”, 270 milioni per “interventi caritativi” in Italia e nelle missioni, 350 milioni per il “sostentamento del clero” (ricordiamo che per quest’ultimo scopo si possono destinare direttamente anche altre offerte deducibili…).

Nella nostra diocesi di Chioggia, oltre alla parte assegnata dalla Cei annualmente (circa 940.000 €, di cui 500.000 sono stati destinati alle esigenze di culto e pastorali e 440.000 ad interventi caritativi), con l’8xmille sono stati finanziati altri progetti mirati, di grande utilità per le nostre comunità, con contributi che sono venuti incontro a stanziamenti più alti, difficilmente da noi affrontabili. Sono 35 i progetti realizzati in questi anni (se ne può prendere visione nella mappa generale: http://www.8xmille.it/Mappa_8xmille): 20 nell’ambito dei beni culturali (restauro di chiese, campanili, organi, ecc.) con € 2.645.375 di contributi globali; 5 nell’ambito dell’edilizia di culto (interventi su canoniche o opere parrocchiali) con € 612.000; 10 nell’ambito caritativo (aiuti a disabili e senzatetto, emporio di solidarietà, ecc.) con € 602.110. Mentre facciamo eco al grande grazie che si eleva dalle nostre comunità e dalle persone bisognose verso tutti coloro che hanno firmato e firmeranno, vogliamo sottolineare che tutto è sempre rendicontato (sia a livello nazionale che a livello diocesano) e che apporre la propria firma è, oltre che agevole impegno, motivo di orgoglio per il bene che si contribuisce a compiere.

(*) direttore “Nuova Scintilla” (Chioggia)

Altri articoli in Territori

Territori