Rome Half Marathon Via Pacis: Obaid Alshamsi (amb. Emirati arabi), “unisce culture, religioni e popoli in nome di pace e fratellanza umana”

Oltre 7mila partecipanti da 40 nazioni. Sono i numeri – ad oggi perché le iscrizioni sono ancora aperte – della terza edizione della Rome Half Marathon Via Pacis che si terrà domenica 22 settembre, presentata oggi a Roma. L’iniziativa – promossa da Roma Capitale e da Athletica Vaticana con l’organizzazione della Fidal – ha dato vita anche ad una collaborazione con l’Ambasciata degli Emirati arabi uniti, che festeggia l’anno della tolleranza e promuoverà l’Expo universale di Dubai 2020. Intervenendo alla presentazione, l’ambasciatore Omar Obaid Alshamsi parla di “nobile iniziativa”. “Siamo felici – afferma – di partecipare a questo importante evento sportivo e sociale nella città di Roma, la quale nella sua millenaria storia ha sempre accolto e ospitato cittadini da tutto il mondo, di tutte le razze e religioni, creando così una diversità unica ed un esempio di tolleranza e di pace, che, personalmente, mi ricorda la mia patria”. “Un evento unico che unisce culture religioni e popoli in nome della pace e della fratellanza umana”, aggiunge sottolineando che “questi messaggi sono gli stessi espressi dal Documento sulla fratellanza umana” firmato ad Abu Dhabi “durante la storica visita del Santo Padre Papa Francesco con il Grand Imam della Università del Cairo Al-Azhar”. L’ambasciatore richiama inoltre la coincidenza della Via Pacis “con l’Anno della tolleranza negli Emirati arabi uniti, che, attraverso gli sforzi concertati tra le nazioni, speriamo possa far raggiungere un messaggio di amore, pace e fratellanza”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia