Solidarietà: Merano, grazie “Alle Terme per l’Africa” raccolti 5.700 euro per costruire un nuovo pozzo in Benin

Ammonta a 5.744,77 euro la somma raccolta in occasione della giornata “Alle Terme per l’Africa 2019” organizzata, lo scorso sabato 31 agosto, dal Gruppo missionario “Un pozzo per la vita” Merano (Gmm) in collaborazione con Terme Merano. Con questa iniziativa di solidarietà, ripetuta per il settimo anno consecutivo, Gmm e Terme Merano richiamano l’attenzione sui problemi legati alla carenza delle risorse idriche che, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, colpisce circa l’11% della popolazione mondiale. In occasione della giornata, acquistando il biglietto d’ingresso, i visitatori di Terme Merano (quest’anno quasi 1.300) hanno potuto offrire il loro contributo per sostenere il programma di costruzione di perforazioni e pozzi per l’acqua potabile in Benin del Gmm e donare l’acqua a chi non ce l’ha. La metà del prezzo dei biglietti d’ingresso staccati sabato scorso, infatti, verrà impiegata per la costruzione di nuove fonti d’acqua potabile di buona qualità. Contribuire al miglioramento dell’accesso all’acqua potabile per popolazioni che ne sono prive è uno dei compiti principali che il Gmm si è dato dall’inizio della propria attività. Nel corso del 2019, sono sette le nuove perforazioni programmate, sei in Benin ed una in Burkina Faso. I villaggi interessati dal progetto sono: Kassou (Burkina Faso) e, in Benin, Gougnenou (Atacora), Gossoe e Hanagbo (Zou), Kpassa, Kpessou Peulh e Samba Wari (Borgou).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo