Papa in Mozambico: atterrato a Maputo, cerimonia di accoglienza senza discorsi

Papa Francesco è atterrato a Maputo, capitale del Mozambico, prima tappa del suo 31° viaggio apostolico, che da oggi fino al 10 settembre lo porterà a raggiungere anche il Madagascar e le isole Maurizio, per la sua quarta volta in Africa, esattamente 50 anni dopo Paolo VI, primo pontefice a visitare il continente. All’aeroporto di Maputo, il Santo Padre è stato accolto dal presidente della Repubblica, Filipe Nyusi, e alla consorte ai piedi della sala anteriore dell’aereo. Due bambini in abito tradizionale gli hanno offerto dei fiori, alla presenza di un gruppo di fedeli. Dopo gli inni, gli onori militari, la presentazione delle delegazioni, il saluto dei vescovi del Mozambico e l’omaggio finale della Guardia d’onore il presidente e la moglie hanno accompagnato il Papa alla papamobile per il trasferimento alla nunziatura apostolica, distante circa 7 chilometri. Il Pontefice sarà accolto all’esterno della nunziatura apostolica di Maputo da un gruppo di giovani e all’ingresso dal personale religioso della rappresentanza pontificia. La nunziatura apostolica, eretta il 14 dicembre 1995 con l’instaurazione dei rapporti bilaterali tra la Santa Sede e il Mozambico, sorge a poca distanza dalla parrocchia di Sant’Antonio nel quartiere Polana Cimento, una delle zone centrali di Maputo in cui si concentrano edifici istituzionali e diplomatici sullo sfondo dell’Oceano Indiano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo