Oratori: attesi all’Happening di Molfetta più di 500 animatori e coordinatori provenienti da tutta Italia

Sono più di 500 gli animatori e coordinatori di oratori che da oggi al 6 settembre parteciperanno a Molfetta a H3O, 3ª edizione dell’Happening degli oratori. All’appuntamento nazionale – che avrà come tema “Facciamo fuori l’oratorio. Oratori in uscita” – saranno rappresentate quasi tutte le diocesi italiane, gli uffici di pastorale giovanile di moltissime diocesi e tutte le maggiori realtà religiose ed associative che promuovono lo strumento dell’oratorio nelle Chiese locali. Fra queste i Salesiani e le Figlie di Maria ausiliatrice, i Giuseppini del Murialdo, i Canossiani e le associazioni laicali nazionali come Azione cattolica, Centro sportivo italiano, Anspi, Noi associazione, Fondazione oratori lombardi e Centro oratori romani. In programma una serie di laboratori che consentiranno ai partecipanti di approfondire le tematiche più utili per le scelte pastorali delle proprie comunità, che guardino al di fuori dei cancelli dei campetti e delle strutture che ospitano da decenni le attività di oltre 8.000 oratori sparsi sul territorio. Parola chiave della tre giorni sarà “uscire”. Ciascuna realtà sarà interpellata su “come” poter aiutare altre persone a fare un’esperienza evangelica “uscendo” dai soliti schemi educativi. Non ci si attende dall’happening ricette preconfezionate, adatte per ogni oratorio, ma ogni animatore verrà chiamato a metterci la propria vita e la propria esperienza, rimodulando un percorso alla luce di temi scottanti che possono ad una prima analisi sembrare lontani dagli ambienti parrocchiali. A Molfetta sarà presentato anche il progetto “Sport4Joy” promosso dall’Ufficio nazionale per la pastorale del tempo libero e sport della Cei. Un laboratorio sarà dedicato, inoltre, ad oratorio e discernimento, inteso come tempo/spazio per coltivare il sogno di una vita donata e per aiutare gli educatori a mettersi al servizio del “progetto di vita” di ogni ragazzo. Due gli incontri in programma con don Michele Falabretti, responsabile del Servizio nazionale di pastorale giovanile, durante i quali sarà possibile discutere insieme sui problemi aperti dell’oratorio e sul rapporto del mondo oratoriano con le associazioni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo