Figlie San Paolo: Ariccia, dal 5 settembre 11° Capitolo generale per potenziare presenza nella comunicazione digitale ed eleggere nuovo governo

A poco più di un secolo dalla loro fondazione, voluta dal beato Giacomo Alberione nel 1915, le Figlie di San Paolo – più conosciute come Paoline – dal 5 settembre al 5 ottobre si riuniranno ad Ariccia, nel cuore dei Castelli romani, per il loro 11° Capitolo generale. Facendo tesoro del cammino fatto dalla Congregazione in questi anni e alla luce degli orientamenti ecclesiali, 60 Paoline provenienti dai cinque continenti rifletteranno sul tema “Àlzati e mettiti in cammino” e si confronteranno, spiega un comunicato, “sulla necessità di ritrovare i tratti più autentici della profezia paolina, riscoprendo l’itineranza missionaria, per raggiungere le più estreme periferie esistenziali e le nuove frontiere: quelle del pensiero e del dialogo profetico con religioni e culture; potenziando con maggiore audacia la presenza nella comunicazione digitale”. Il Capitolo generale – che prevede l’elezione del nuovo Governo generale e la determinazione delle scelte prioritarie di azione apostolica per i prossimi sei anni – cade nell’anno centenario del Patto (1919-2019), la “preghiera della fede” in cui sono espressi i termini dell’alleanza che il beato Alberione ha stretto con il Signore agli albori della Famiglia Paolina. Fondate dal beato Giacomo Alberione (1884-1971), con la collaborazione della venerabile suor Tecla Merlo (1894-1964), della quale è in corso il processo di beatificazione, le Figlie di San Paolo sono presenti oggi in 52 Paesi. 220 le comunità – alcune di recente apertura, in Malawi e Ghana – che si estendono dall’estremo Oriente all’estremo Occidente, dall’Australia e da Papua alle Hawaii; circa 2.100 sorelle, tra cui 140 juniores; 123 giovani in formazione. Svolgono la loro missione attraverso centri di produzione editoriale multimediale e digitale, riviste cartacee e online, librerie e altri centri di diffusione, siti web, radio e tv (anche web radio e web tv), formazione critica all’uso dei media, animazione sulla comunicazione e biblica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo