Esplosioni Stromboli: Protezione civile, “segnali di graduale rientro nella norma ma attenzione rimane alta”

“Lo Stromboli dà segnali di un graduale rientro nella norma ma l’attenzione rimane alta. L’attività esplosiva è ordinaria, il tremore si mantiene su livelli medio bassi come anche l’ampiezza delle esplosioni, le deformazioni del suolo non mostrano variazioni significative”. Ne dà notizia il Dipartimento della Protezione civile in una nota nella quale riporta il quadro generale emerso dall’analisi di oggi degli esperti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) e dell’Università di Firenze, che monitorano giorno e notte dal Centro operativo avanzato dell’isola i parametri del vulcano.
“I vulcanologi – prosegue la nota – sottolineano sempre che il trend in diminuzione dei parametri di monitoraggio e il ritorno graduale alla normalità non esclude eventi esplosivi improvvisi e di alta energia, i parossismi, fenomeni che insieme agli tsunami rappresentano le manifestazioni attualmente più pericolose dello Stromboli”.
Il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, alla luce dei segnali incoraggianti mostrati dal vulcano ha dato il via libera – dopo il blocco degli scorsi giorni – allo sbarco sull’isola dei mezzi non di linea, imbarcazioni da diporto e i cosiddetti “barconi”, in maniera regolamentata.
Resta attivo il divieto di navigazione nello spazio di mare antistante la Sciara del Fuoco, disposto dalla Capitaneria di Porto, che impedisce la navigazione per due miglia, con un’attività di vigilanza da parte della Guardia Costiera, presente sull’isola anche con la nave Dattilo. Tra Stromboli e Ginostra attive 20 unità dei Vigili del Fuoco.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori