Papa Francesco: a Carmelitani, “la mondanità tentazione più pericolosa per gli uomini di Chiesa, lottare insieme contro le sue insidie”

(Foto Vatican Media/SIR)

“So bene, fratelli, che questa tentazione (la mondanità, ndr) è entrata e ha fatto gravi danni anche tra di voi. Ho pregato e prego perché il Signore vi aiuti. E questo Capitolo è un’occasione provvidenziale per ricevere dallo Spirito Santo la forza di lottare insieme contro queste insidie”. Lo ha detto Papa Francesco ai partecipanti al Capitolo generale dell’Ordine dei Frati della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo (Carmelitani), che ha ricevuto in udienza questa mattina, nella Sala del Concistoro del Palazzo apostolico vaticano. Il Pontefice ha indicato loro tre linee di cammino: fedeltà e contemplazione, accompagnamento e preghiera, tenerezza e compassione. Soffermandosi sulla prima, Papa Francesco li ha incoraggiati ad “avere a cuore specialmente il cammino spirituale delle persone”. Poi, l’attenzione rivolta al nesso tra Carmelo e vita interiore e al rischio che “affannarsi per mille cose di Dio, senza essere radicati in Lui, prima o poi ci presenta il conto: ci accorgiamo di averLo perso lungo la strada”. Ricordando le parole di santa Maria Maddalena de’ Pazzi, il Pontefice ha evidenziato che “la tiepidezza può insinuarsi nella vita consacrata quando i consigli evangelici diventano solo una routine e l’amore di Gesù non è più il centro della vita”. “E così può insinuarsi anche la mondanità, che è la tentazione più pericolosa per la Chiesa, in particolare per noi, uomini di Chiesa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori