Disabilità: il premier Conte ha incontrato le organizzazioni. Falabella (Fish), “segnale importante” per “politiche inclusive che garantiscano dignità e diritti”

Il premier incaricato Giuseppe Conte ha incontrato questa mattina una delegazione della Fish (Federazione italiana per il superamento dell’handicap) e altre organizzazioni di persone con disabilità, consultazione ufficiale nell’ambito della formazione del nuovo governo.
“In questo gesto – primo nel suo genere – vogliamo intravedere un segnale importante, non solo e tanto nei confronti delle istanze di cui siamo latori, quanto della comprensione profonda delle indicazioni della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità laddove prevede non solo il coinvolgimento dei diretti interessati nelle decisioni che li riguardano, ma la considerazione della disabilità in ogni politica che riguardi tutti i cittadini”. Questo il commento, a margine della consultazione, del presidente Fish Vincenzo Falabella. “Al professor Conte – spiega Falabella – abbiamo riportato come l’esperienza di questi anni ci porti ad affermare che per giungere alla reale attuazione della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità siano necessari da un lato una forte volontà politica e dall’altro un assetto strategico e istituzionale chiaro, senza dimenticare la necessità di un intervento di coordinamento e innovazione della normativa vigente e di adeguate risorse”. Una regia che “va ricondotta alla presidenza del Consiglio”, per ricomporre l’attuale “improduttiva frammentazione politica ed amministrativa”, innovare le politiche superando assistenzialismo e risposte settoriali, “promuovere l’inclusione e garantire il diritto di cittadinanza a tutti”. Un eventuale dipartimento specifico dovrà disporre di deleghe ampie e chiare e di adeguate risorse. “Il movimento delle persone con disabilità – assicura Falabella – non mancherà di esprimere con responsabilità e determinazione il ruolo cui è eticamente chiamato”. Da parte del presidente incaricato, informa la Fish, “volontà di includere con priorità nell’agenda di Governo i temi della disabilità per elaborare e realizzare politiche inclusive che garantiscano dignità e diritti ai cittadini con disabilità e ai loro familiari”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa