Nicaragua: card. Brenes, “proseguire nella preghiera per la pace nel Paese”

Dopo l’ampia partecipazione alla Settimana di preghiera per la patria, vissuta dall’8 al 15 settembre, “vorrei invitarvi a proseguire nella preghiera, perché tutti noi nicaraguensi possiamo portare il nostro contributo, lasciando da parte egoismi, rivalità, esclusioni e altre azioni che ci possano separare, per essere invece autentici costruttori di pace”. Lo scrive il card. Leopoldo Brenes, arcivescovo di Managua e presidente della Conferenza episcopale nicaraguense (Cen), in una lettera ai sacerdoti, ai religiosi e ai fedeli dell’arcidiocesi.
“Vi propongo – continua il porporato – che tutti i giovedì di questo mese di settembre, di fronte al Santissimo Sacramento, continuiamo a pregarlo chiedendo che ci conceda un cuore pacificatore”. Inoltre, l’arcivescovo propone che durante le messe domenicali siano offerte intenzioni di preghiera per i leader politici e sociali e per i governanti, “perché le nostre azioni si rivolgano a essere costruttrici di pace”. Si chiede, inoltre, la recita quotidiana del rosario.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa