Comitato Fratellanza Umana: il rabbino M. Bruce Lustig nuovo membro

(Foto Vatican Media/SIR)

Il Comitato Superiore per la Fratellanza Umana ha annunciato l’inclusione del rabbino M. Bruce Lustig, Rabbino senior della Congregazione ebraica di Washington, tra i membri del Comitato, portando il totale a otto membri interessati al raggiungimento degli obiettivi indicati nel Documento sulla Fratellanza Umana. Il rabbino M. Bruce Lustig – si legge in una nota – ha espresso la sua “profonda gratitudine” a Papa Francesco e al Ahmed Al-Tayyeb, Grande Imam di Al-Azhar “per il loro sostegno e incoraggiamento al lavoro del Comitato, e per i loro sinceri sforzi per raggiungere la missione del Documento sulla Fratellanza Umana”. Ha, inoltre, ringraziato il Comitato per la sua nomina a rappresentante della fede ebraica, esprimendo la sua accettazione del ruolo e il suo piacere di assistere alla firma della dichiarazione storica. “La mia speranza era che un tale evento sarebbe stato un momento di svolta per offrire nuove opportunità per costruire ponti tra i leader religiosi e le comunità e per promuovere la Pace e l’Armonia nel nostro mondo frammentato”, ha detto il rabbino: “Sono onorato di unirmi a persone così stimate che lavorano per difendere l’amore sull’odio, la giustizia sull’ingiustizia e la fede sulla paura”. “Potenziati dalla consapevolezza come figli di Abramo che tutti sono creati a immagine divina, dobbiamo cercare la giustizia e la pace per tutti i figli di Dio”, ha aggiunto: “Che Dio dia a ciascuno di noi la forza e il coraggio di portare armonia, speranza, giustizia e amore nel nostro mondo fratturato, come previsto dalla Dichiarazione sulla Fratellanza Umana e come richiesto dalla nostra comune fede in Dio”. Mons. Miguel Angel Ayuso Guixot, presidente del Comitato Superiore, ha dato il benvenuto al rabbino Bruce Bruce Lustig come nuovo membro, dicendo: “Il Comitato accoglie tutte le competenze e le personalità religiose e culturali e tutti coloro che contribuiscono al raggiungimento degli onorevoli obiettivi per i quali è stato istituito il Documento sulla Fratellanza Umana”, ha detto mons. Ayuso Guixot, aggiungendo che nel prossimo periodo il Comitato cercherà di incontrare un certo numero di importanti leader e icone per coordinare le iniziative e i progetti che il Comitato sta realizzando.

Il rabbino M. Bruce Lustig è un rabbino senior della Congregazione ebraica di Washington, dove ha servito per più di 25 anni, guidando oltre 2.800 riunioni familiari, oltre a ricoprire vari ruoli di leadership nelle comunità ebraiche locali e internazionali. Il rabbino è un impegnato attivista sociale e ha organizzato il primo summit Abrahamic che ha riunito cristiani, ebrei e musulmani negli Stati Uniti dopo gli attacchi dell’11 settembre. Il vertice ha portato alla creazione della prima tavola rotonda abramitica con il vescovo John Chane, il professor Akbar Ahmed e il rabbino M. Bruce Lustig, diventando un trio che ha parlato a favore della pace e del dialogo interreligioso negli Stati Uniti. Newsweek lo ha riconosciuto come “uno dei rabbini più influenti d’America” e ha ricevuto una medaglia d’onore dal re Mohammed VI per la sua leadership nella cooperazione interreligiosa. L’Alto Comitato è stato costituito al fine di raggiungere gli obiettivi del “Documento sulla Fratellanza Umana”, e lo sviluppo di un quadro operativo per le finalità e gli obiettivi in esso indicati. Il Comitato si occupa anche dell’esecuzione di piani, programmi e iniziative per attuare le disposizioni del Documento, che chiede la pace e la coesistenza nel mondo e per assicurare un futuro luminoso e tollerante per le generazioni future. I compiti del Comitato Superiore comprendono la supervisione dell’attuazione del Documento a livello regionale e internazionale e l’organizzazione di incontri internazionali con personalità religiose, vari leader, responsabili di organizzazioni internazionali e altre parti interessate. Inoltre, il Comitato ha un ruolo centrale nella supervisione della Abrahamic Family House di Abu Dhabi, una delle sue iniziative iniziali, che incarna il rapporto tra le tre fedi abramitiche e fornisce una piattaforma per il dialogo, la comprensione e la coesistenza tra le loro religioni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo