This content is available in English

Ue-Balcani occidentali: Podgorica, concluse le Giornate mediatiche. Hahn, “disinformazione, interferenza politica”

Nella capitale montenegrina Podgorica si è svolta la terza edizione delle Giornate mediatiche Ue-Balcani occidentali, una due-giorni di studio conclusasi oggi. Durante l’evento è stato ribadito il sostegno della Commissione europea alla regione con nuove iniziative incentrate sulla responsabilità dei media, l’istruzione e la governance, il patrimonio giuridico sulla libertà di espressione, la promozione della riconciliazione e la cooperazione regionale. I programmi regionali di supporto ai media nella zona ammontano a 20 milioni di euro. “Nella regione ci sono degli sviluppi preoccupanti, tra cui interferenza politica nella diffusione della disinformazione, e perciò questa edizione delle Giornate mediatiche ha voluto concentrarsi sul rapporto media-politica, tracciando la strada per identificare delle azioni concrete per migliorare la situazione attuale”, ha affermato il commissario europeo per la politica di vicinato e i negoziati per l’allargamento Johannes Hahn. La terza edizione delle Giornate mediatiche Ue-Balcani occidentali ha riunito circa 350 rappresentanti dei media e organizzazioni della società civile ma anche responsabili politici dai Balcani occidentali e dall’Ue. Per la prima volta all’evento hanno preso parte anche rappresentanti politici della regione che hanno assistito alle discussioni sul ruolo cruciale dei media nel processo dei negoziati ma anche cercato di individuare modi di migliorare la situazione dei giornalisti e rafforzare i media indipendenti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa