Polonia: Giornata comunicazioni sociali. Don Lis, “fare rete, diventare una comunità e una sola famiglia”

“Bisogna fare rete, diventare una comunità, un corpo solo, e una sola famiglia”, ha affermato don Marek Lis, presidente dell’associazione Signis polacca durante l’incontro organizzato presso la Segreteria della Conferenza episcopale polacca e dedicato alla Giornata delle comunicazioni sociali che la Chiesa polacca celebra il 15 settembre, la terza domenica di settembre. Il segretario generale dei vescovi polacchi mons. Artur Mizinski, riferendosi al messaggio di Papa Francesco per la Giornata delle comunicazioni sociali ha sottolineato che il desiderio del pontefice è “che le comunità virtuali facciano nascere delle comunità di persone, che conducano all’incontro, all’apertura all’altro”. Il presule non ha voluto tacere poi in merito alle “parole dell’odio e di disprezzo che spesso deturpano il linguaggio” usato nei social media. A questo proposito Krzysztof Ziemiec, volto noto della tv pubblica polacca e oggetto di una campagna diffamatoria da parte di alcuni utenti dei social, ha osservato che “troppo spesso la partecipazione alle discussioni sui social avviene a spese degli altri” e ha confessato che è stata proprio la fede ad aiutarlo in molti momenti difficili della vita professionale. “La fede permette di capire che tali momenti hanno un loro senso profondo”, ha affermato il giornalista, rilevando che “lì dove è lo spirito di Dio c’è la verità e ci sono dei principi” che dovrebbero guidare ogni singolo lavoratore e utilizzatore dei media.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa