Economia: Conte, “l’Italia non chiede favori all’Europa, è il momento delle politiche per la crescita”

(Foto: Presidenza del Consiglio dei ministri)

“L’Italia non si deve presentare in Europa e chiedere favori, stringendo la mano ad un leader amico o cercando sul piano del buon rapporto personale. L’Italia è un Paese forte, solido dal punto di vista economico”. Lo ha affermato oggi pomeriggio il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, rispondendo alle domande dei giornalisti ad Accumoli dove ha incontrato gli amministratori locali delle zone terremotate.
“Abbiamo un debito pubblico elevato e questo ci induce a tenere i conti sotto controllo, a costruire una traiettorie che ci consenta di ridurre in prospettiva il debito però dobbiamo farlo attraverso politiche espansive”, ha precisato il premier, rilevando che “in questo momento, in tutta Europa, mi sembra ci sia una buona disponibilità” rispetto al fatto che “è il momento delle politiche per la crescita economica”. “In questo momento, politiche di austerity com’è stato fatto in passato – ha spiegato Conte – in una congiuntura internazionale molto complicata comprimerebbero ancor di più le nostre potenzialità economiche”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa