Abruzzo e Molise: domani a Pescara il convegno regionale di pastorale scolastica

“La scuola deve essere il luogo dove le nuove generazioni acquisiscono il bagaglio culturale necessario per orientarsi nel progettare il futuro”. Con queste parole, mons. Lorenzo Leuzzi, vescovo di Teramo-Atri e delegato della Conferenza episcopale regionale dell’Abruzzo-Molise, introduce il convegno regionale di pastorale scolastica, che si terrà domani, a partire dalle 9.30, al Parc Hotel Villa Immacolata di Pescara. Ad aprire i lavori sarà Ernesto Diaco, mentre le conclusioni del convegno saranno affidate, in serata, a don Cavacchioli, direttore dell’Ufficio di Pastorale scolastica della diocesi di Teramo-Atri. Al convegno è prevista la partecipazione di tutti i docenti di religione cattolica, di altri docenti interessati e di tutti coloro che intendono approfondire l’impegno educativo della scuola. L’incontro è aperto anche a coloro che sono impegnati nell’educazione e formazione delle nuove generazioni, a partire dalla famiglia, il mondo della comunicazione e dello sport. “Il passaggio dall’epoca del cambiamento al cambiamento d’epoca – spiega mons. Leuzzi – più volte richiamato da Papa Francesco, sollecita una rinnovata capacità educativa della scuola e della Chiesa. La via del discernimento deve essere accolta dagli educatori per essere protagonisti della costruzione di una comunità educante nella quale le nuove generazioni possano sperimentare la novità del cambiamento d’epoca ed essere protagonisti e non semplici spettatori nelle dinamiche della storia”. “La scuola – aggiunge – è chiamata a formare i costruttori della società e della Chiesa, offrendo alle nuove generazioni strumenti idonei a saper costruire”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa