Nuovo governo: Conte (premier), “ora cuneo fiscale a totale vantaggio dei lavoratori, ci auguriamo di avere maggiori risorse anche per le imprese”

(Foto: Presidenza del Consiglio dei ministri)

“Quando ragioniamo di un cuneo fiscale a totale vantaggio dei lavoratori lo facciamo perché riteniamo di non dover prendere in giro gli italiani e siamo consapevoli che, in prospettiva di una manovra economica immediata che ci impegnerà nella prima riforma strutturale, vale a dire contenere ed evitare l’incremento dell’Iva, le risorse attuali scarseggeranno” ma “in prospettiva ci auguriamo di poter avere maggiori risorse anche a favore delle imprese”. Lo ha affermato oggi pomeriggio il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, nella sua replica nell’Aula di Palazzo Madama. Parlando di riforma fiscale, il premier ha sottolineato che “la vogliamo impostare con riguardo ad un incentivo per le imprese, non vogliamo che siano dissuase dal crescere in ragione di una tassazione più penalizzante”. Conte ha anche voluto chiarire circa un “equivoco” sul mondo produttivo: “Siamo fortemente determinati a incrementare la crescita economica del Paese, siamo consapevoli della debolezza della domanda interna”. “Lavoreremo a rafforzare il sistema dell’export”, ha assicurato, ribadendo che “vogliamo orientare il Paese verso l’economia circolare. Per questo, nella prospettiva delle riforme costituzionali a cui lavoreremo ci impegneremo a proporre l’inserimento nella Costituzione del principio di tutela dell’ambiente, del rispetto della biodiversità e dello sviluppo sostenibile”. Conte ha anche ricordato che il programma “rimarca molto l’importanza di investire nella scuola, nell’università, nella ricerca”. “Il nostro obiettivo – ha spiegato – non è tanto o solo investire di più ma investire meglio nella conoscenza perché il volto futuro dell’Italia verrà disegnato soprattutto da quello che riusciremo a fare in termini di investimenti in questo comparto”. E sull’agricoltura ha rinnovato l’impegno per “rafforzare le punte d’eccellenza, migliorare e potenziare l’intera filiera agroalimentare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo