Cure palliative: Cooperativa Auxilium, inaugurato il nuovo hospice pubblico dedicato a Karol Wojtyla a Minervino Murge

È intitolato a Karol Wojtyla il nuovo hospice inaugurato, ieri, a Minervino Murge, in Puglia. Si tratta di un hospice pubblico, il secondo della regione, e sarà interamente gestito dalla Cooperativa Auxilium. La struttura offrirà cure palliative nelle fasi più avanzate della malattia, ma sarà anche un luogo capace di accogliere le famiglie e proporre spazi di incontro e di condivisione. All’inaugurazione, assieme a tante autorità civili e religiose, ha partecipato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che ha tagliato il nastro assieme a mons. Luigi Mansi, vescovo di Andria, e ad Alessandro Delle Donne, direttore generale Asl Bt. “Siamo orgogliosi di questa partnership con la Asl Barletta-Andria-Trani per la gestione del nuovo hospice di Minervino Murge intitolato a Karol Wojtyla, che ha lasciato un grande insegnamento sulla persona, la sofferenza, la morte e l’amore – ha dichiarato il presidente della Cooperativa Auxilium, Pietro Chiorazzo -. L’hospice è una struttura sanitaria delicata, a metà tra l’ospedale e la casa del paziente e, come ha recentemente ricordato la pastorale sanitaria della Cei, è un luogo che deve essere aperto alla speranza, perché il tempo di un malato terminale non è attesa di morte, bensì tempo da colmare di senso e di vita, con una presenza competente e amorevole”. Michelangelo Armenise, responsabile commerciale dell’Auxilium, ha sottolineato come l’hospice di Minervino sia dotato di tutti i confort e di tutte le attrezzature necessarie alla cura, “perché c’è tanta vita, dignità, affetti da preservare nell’ultimo tratto di strada di ogni paziente. E lo si può accompagnare solo attraverso un alto livello di professionalità e di umanità”. Nel corso dell’inaugurazione è stata anche scoperta una grande targa, che riporta una frase di Giovanni Paolo II tratta dall’esortazione apostolica “Familiaris Consortio”, per ricordare il senso ultimo del lavoro che verrà svolto quotidianamente nell’hospice: “L’amore è la fondamentale e nativa vocazione di ogni essere umano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo