Migranti: Viminale, da inizio anno poco meno di 4.300 persone sbarcate sulle coste italiane. Più di 400 nella prima metà di agosto, 227 nell’ultima settimana

Sono finora 4.282 le persone migranti sbarcate sulle coste italiane da inizio anno, 415 delle quali nella prima metà di agosto. Rispetto agli anni scorsi, si è registrata una diminuzione delle persone arrivate in Italia via mare del 77,83% sul 2018 (furono 19.317) e del 95,61% sul 2017 (97.462). Il dato è stato diffuso oggi dal ministero degli Interni, considerati gli sbarchi rilevati entro le 8 di questa mattina.
Mentre non si è ancora sbloccata la situazione relativa alle navi Open Arms e Ocean Viking con centinaia di migranti a bordo in mezzo al Mediterraneo da giorni, nell’ultima settimana (9-15 agosto) sono state 227 le persone registrate che hanno raggiunto l’Italia via mare. Nell’intero mese di agosto del 2018 furono 1.531 le persone sbarcate sulle coste italiane.
Dei quasi 4.300 migranti sbarcati in Italia nel 2019, 1.017 sono di nazionalità tunisina (24%), sulla base di quanto dichiarato al momento dello sbarco; gli altri provengono da Pakistan (673, 16%), Costa d’Avorio (469, 11%), Algeria (417, 10%), Iraq (388, 9%), Bangladesh (190, 4%), Sudan (177, 4%), Iran (108, 3%), Guinea (95, 2%) e Marocco (84, 2%) a cui si aggiungono 664 persone (15%) provenienti da altri Stati o per le quali è ancora in corso la procedura di identificazione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori