Argentina: vescovi su primarie di domenica scorsa, “apprezziamo partecipazione, comportamento dei cittadini si rifletta su tutti i settori della comunità nazionale”

“Apprezziamo la numerosa partecipazione del popolo argentino” alle elezioni primarie di domenica scorsa, “che si sono svolte in un clima di pace e senza intoppi”. Lo ha dichiarato mercoledì il presidente della Conferenza episcopale argentina (Cea), mons. Oscar Ojea, vescovo di San Vicente, a conclusione dei lavori, durati due giorni, della Commissione permanente della Cea. “Speriamo – ha proseguito mons. Ojea – che questo comportamento esemplare si rifletta ora in tutti i settori della comunità nazionale. Si tratta soprattutto di custodire il bene comune, privilegiando i poveri, che sono coloro che soffrono di più”.
Come è noto, le primarie di domenica hanno sancito l’avanzata del peronista Alberto Fernández, in ticket con l’ex presidente Cristina Kirchner (49%) che ha staccato di 15 punti il presidente uscente Mauricio Macri, liberale di destra. Anche se si è trattato di un risultato “provvisorio”, l’esito del voto che ha messo in crisi i mercati, con il tonfo della Borsa di Buenos Aires (-48% alla sua apertura, lunedì) e del peso argentino (che ha perso il 25% del suo valore rispetto al dollaro).
I vescovi, nel loro incontro, hanno parlato anche della recente visita ad limina e dell’invito del Papa a puntare su una rinnovata evangelizzazione, oltre che della riforma economica della Chiesa argentina.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori