Ponte Morandi: Borrelli (Protezione civile), “far sì che non si ripeta più un evento simile. Grazie a chi per salvare tante vite ha messo a rischio la propria”

“Siamo qui per testimoniare la nostra vicinanza ai familiari delle vittime, a chi è rimasto ferito in quella tragedia, a chi ha perso la propria casa e a tutti i cittadini di Genova. Siamo qui per non dimenticare, per far sì che non si ripeta più un evento simile”. Così il capo del Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, a Genova in occasione del primo anniversario del crollo del Ponte Morandi, ricorda la tragedia del crollo del viadotto sulla A10.
“Ringrazio chi, in quelle drammatiche ore in cui il sistema ha dovuto affrontare un’emergenza così improvvisa, ha operato mettendo a rischio la propria vita, penso ai soccorritori, e chi, come i volontari, si è prodigato per alleviare le sofferenze della popolazione colpita”, ha aggiunto Borrelli.
Il crollo avvenuto il 14 agosto 2018 alle 11.36 causò 43 morti e 9 feriti, oltre all’evacuazione di più di 400 persone costrette a lasciare le proprie case o i loro posti di lavoro.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori