Consiglio d’Europa: Premio Raoul Wallenberg, candidature aperte. Riconoscimento per i diritti umani

Per iniziativa del Governo svedese e del Parlamento ungherese, il Consiglio d’Europa ha istituito il Premio Raoul Wallenberg, “per ricordare l’azione straordinaria e perpetuare la memoria di questo diplomatico svedese”. A partire dal 2014, il Premio Raoul Wallenberg, di un importo di 10mila euro, ricompensa ogni due anni le “azioni umanitarie eccezionali realizzate da un individuo, un gruppo di persone o da un’organizzazione”. Il Premio viene consegnato presso il Consiglio d’Europa, a Strasburgo, verso il 17 gennaio, data dell’arresto di Raoul Wallenberg a Budapest nel 1945. La giuria sarà composta da sei personalità indipendenti “riconosciute per le loro profonde qualità morali in materia di diritti umani e azione umanitaria”, designate dal Segretario generale del Consiglio d’Europa, dal ministero svedese degli affari esteri, dal comune di Budapest, dall’Istituto Raoul Wallenberg a Lund, dall’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) e dalla famiglia di Raoul Wallenberg. Il prossimo premio sarà conferito il 17 gennaio 2020. La scadenza per la presentazione delle candidature per il premio “Raoul Wallenberg” 2020 è il 31 ottobre 2019. Per info: www.coe.int.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia