Usa-Messico: card. Tobin (Newark), “i bambini non siano usati come pedine per fini politici”

“Come molti di voi, sono rimasto inorridito dall’immagine di Oscar Martinez e di sua figlia, Angie Valeria, che giacevano senza vita sul Rio Grande dopo essere fuggiti dal loro paese per cercare rifugio nel nostro Paese. Altrettanto inconcepibili sono le immagini dei bambini in situazioni sovraffollate e insalubri nelle strutture di detenzione per immigrati del nostro paese”. Così l’arcivescovo di Newark, il card. Joseph W. Tobin, commentando la situazione creatasi alla frontiera sud degli Stati Uniti per il grande numero di detenuti senza documenti o migranti senza autorizzazione, di famiglie e di minori senza genitori. “I cuori umani gridano per la giustizia – aggiunge il porporato -. Vediamo in queste immagini i nostri fratelli e sorelle. Tutti noi siamo creati a immagine e somiglianza di Dio, e così siamo per sempre intrecciati come una sola famiglia con il Signore. In quelle immagini orribili, vediamo noi stessi e coloro che ci sono cari. Questi sono i nostri fratelli e sorelle nella fede”, si legge nella dichiarazione del card. Tobin. Che ammonisce: “I bambini non devono essere usati come pedine per fini politici. Non devono essere manipolati per produrre un’immagine dell’America che è chiusa alle persone in fuga dalla violenza e dalla povertà devastanti”, continua il testo. Infine, nelle parole del card. Tobin, la speranza che “il conto di stanziamenti supplementari del Congresso preveda la protezione dei bambini migranti”. “Come popolo di fede, esortiamo i nostri legislatori a superare il noioso e pericoloso litigio partigiano e a riconoscere i bisogni dei più vulnerabili che meritano indiscutibilmente la nostra cura e protezione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori