Udienza del Papa a Putin: don Buonaiuto (In Terris), “dimostra che è un errore la logica del ‘muro contro muro’”

“Il viaggio del leader russo Putin a Roma dimostra quanto ci sia bisogno di punti di riferimento affidabili. Lo ‘zar di Mosca’ è rimasto impressionato dal Pontefice, che lo ha persino stupito, chiedendogli a sorpresa di pregare per lui. Il successore di quei despoti russi, che della Santa Sede furono i più acerrimi nemici, si è trovato di fronte l’invincibile paladino della pace, uscendone disarmato e edificato”. Così don Aldo Buonaiuto, direttore di In Terris, a proposito del recente incontro fra Papa Francesco e Vladimir Putin, avvenuto in occasione della visita in Italia del presidente russo. Secondo il sacerdote, “questa è la lezione che rimarrà nella storia: se possono dialogare e ritrovarsi in sintonia su tante questioni coloro che per generazioni sono stati su opposte ‘barricate’, allora è possibile trovare un terreno comune per ogni altra circostanza”. Questo perché – aggiunge don Buonaiuto – “la sterile logica del ‘muro contro muro’ provoca soltanto danni: il senso di vicinanza, che deriva dal franco colloquio in Vaticano, dimostra che è un errore isolare chiunque”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori