Papa Francesco: presto beato Fulton Sheen, predicatore in radio e tv. Dichiarati venerabili sette Servi di Dio

Il 5 luglio 2019, Papa Francesco ha ricevuto in udienza il card. Angelo Becciu, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Durante l’udienza, approvando i voti favorevoli dei membri della Congregazione, ha esteso alla Chiesa universale il culto liturgico in onore del beato Bartolomeo dei Martiri (al secolo: Bartolomeo Fernandes), dell’Ordine dei Frati Predicatori, arcivescovo di Braga; nato a Lisbona (Portogallo) il 3 maggio 1514 e morto a Viana do Castelo (Portogallo), il 16 luglio 1590, iscrivendolo nel catalogo dei Santi (canonizzazione equipollente). Lo rende noto con un comunicato la Sala stampa della Santa Sede. Nella stessa udienza il Papa ha autorizzato la Congregazione a promulgare il decreto riguardante un nuovo prossimo beato: lo statunitense Fulton Sheen, arcivescovo titolare di Newport. È stato riconosciuto il miracolo, attribuito all’intercessione del venerabile Servo di Dio, arcivescovo titolare di Newport, già vescovo di Rochester, nato l’8 maggio 1895 a El Paso in Illinois (Usa) e morto il 9 dicembre 1979 a New York. È stato predicatore, prima in radio e poi in televisione. Riconosciute poi le virtù eroiche di sette servi di Dio, che diventano venerabili: di Elia Hoyek, patriarca di Antiochia dei Maroniti, fondatore della Congregazione delle Suore Maronite della Sacra Famiglia; nato a Helta (Libano) il 4 dicembre 1843 e morto a Bkerké (Libano) il 24 dicembre 1931; di Giovanni Vittorio Ferro, dell’Ordine dei Chierici Regolari di Somasca, arcivescovo di Reggio Calabria-Bova; nato a Costigliole d’Asti (Italia) il 13 novembre 1901 e morto a Reggio Calabria (Italia) il 18 aprile 1992; di Angelo Riesco Carbajo, vescovo titolare di Limisa, vescovo ausiliare dell’amministratore apostolico di Tudela, fondatore dell’Istituto delle Missionarie della Carità; nato a Bercianos de Vidriales (Spagna) il 9 luglio 1902 e morto a La Bañeza (Spagna) il 2 luglio 1972; di Ladislao Korniłowicz, sacerdote diocesano; nato a Varsavia (Polonia) il 5 agosto 1884 e morto a Laski (Polonia) il 26 settembre 1946; di Angelico Lipani (al secolo: Vincenzo), sacerdote professo dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, fondatore della Congregazione delle Suore Francescane del Signore; nato a Caltanissetta (Italia) il 28 dicembre 1842 e morto lì il 9 luglio 1920; di Francesca dello Spirito Santo (al secolo: Francesca de Fuentes), fondatrice della Congregazione delle Religiose Domenicane di Santa Caterina di Siena; nata a Intramuros (Filippine) nel 1647 e morta a Manila (Filippine) il 24 agosto 1711; di Stefano Pietro Morlanne, laico, fondatore della Congregazione delle Suore della Carità Materna; nato a Metz (Francia) il 22 maggio 1772 e morto lì il 7 gennaio 1862.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori