Papa Francesco: a Forum delle Comunità Laudato si’, “giustizia sociale ed ecologia interconnesse, in Amazzonia uno scempio”

“Le ferite inferte all’ambiente sono inesorabilmente ferite inferte all’umanità più indifesa”. Lo scrive Papa Francesco in un messaggio indirizzato ai partecipanti al secondo Forum delle Comunità Laudato si’, che si svolge oggi ad Amatrice, dedicato al tema “Pianeta Amazzonia”. Ricordando il legame del Forum con il tema del Sinodo dei vescovi che si celebrerà nel prossimo ottobre per la regione panamazzonica, il Papa ribadisce che “la situazione dell’Amazzonia è triste paradigma di quanto sta avvenendo in più parti del pianeta”. Il riferimento è a “una mentalità cieca e distruttrice che predilige il profitto alla giustizia; mette in evidenza l’atteggiamento predatorio con il quale l’uomo si rapporta con la natura”. Quindi, una richiesta: “Per favore, non dimenticate che giustizia sociale ed ecologia sono profondamente interconnesse!”. “Ciò che sta accadendo in Amazzonia avrà ripercussioni a livello planetario”, ammonisce Francesco, che riconosce come “già ha prostrato migliaia di uomini e di donne derubate del loro territorio, divenute straniere nella propria terra, depauperate della propria cultura e delle proprie tradizioni, spezzando l’equilibrio millenario che univa quei popoli alla loro terra”. L’incoraggiamento del Papa rivolto all’uomo è a “non restare spettatore indifferente dinanzi a questo scempio, né tanto meno la Chiesa può restare muta: il grido dei poveri deve risuonare sulla sua bocca”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori