Papa e greco-cattolici ucraini: incontro per “promuovere lo sviluppo armonioso” delle Chiese orientali cattoliche

Papa Francesco, nei giorni 5 e 6 luglio, ha presieduto un incontro con l’arcivescovo maggiore della Chiesa greco-cattolica ucraina, insieme con i metropoliti e membri del Sinodo permanente, e i capi dei Dicasteri competenti della Curia Romana. Con questa iniziativa, si legge in una nota della Sala Stampa vaticana, “il Santo Padre ha voluto esprimere la sua vicinanza a questa Chiesa orientale cattolica sui iuris. Insieme con i suoi collaboratori, Papa Francesco ha apprezzato la storia di questa Chiesa, la sua tradizione spirituale, liturgica, teologica e canonica, la sua fedeltà alla comunione con il Successore di Pietro, confermata e sigillata con il sangue dei martiri”. La riflessione si è svolta “nel reciproco ascolto ed è stata accompagnata dalla preghiera, ricercando le condizioni necessarie per lo sviluppo e la fioritura di questa Chiesa nel mondo odierno”. Particolare attenzione, prosegue la nota, è stata dedicata “al lavoro pastorale, all’evangelizzazione, all’ecumenismo, alla vocazione specifica della Chiesa greco-cattolica nel contesto delle sfide odierne della situazione socio-politica, in particolare della guerra e della crisi umanitaria in Ucraina, nonché al suo servizio nei vari Paesi del mondo”. Si è auspicato, infine, che “questa metodologia di condivisione possa proseguire, al fine di promuovere lo sviluppo armonioso della Chiesa greco-cattolica ucraina, come anche delle altre Chiese orientali cattoliche nella loro identità e missione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori