Migrazioni: Sezze (Lt), oggi un flash mob e un incontro con don Sigurani per parlare di dialogo e accoglienza

“Nessun essere #umano è illegale” è lo slogan di una serie di eventi in programma oggi a Sezze (Lt) sul tema dell’accoglienza dei migranti. Azione Cattolica cittadina, Gruppo Agesci Sezze I e Comunità di Sant’Egidio locale sono i promotori di un flash mob alle 20 in una piazza centrale del paese che, attraverso installazioni temporanee, musica, testimonianze di migranti arrivati in Italia sui barconi, vogliono promuovere un dialogo con tutta la cittadinanza “su temi di grande attualità, se pensiamo alla vicenda della Sea Watch, ai morti al confine tra Messico e Usa e a migliaia di storie di persone costrette ad emigrare in ogni parte del mondo”, spiegano i promotori. L’evento di piazza è anticipato da un convegno, promosso da un comitato spontaneo di cittadini, alle 18 all’Auditorium San Michele Arcangelo, che prevede la testimonianza del sacerdote romano don Pietro Sigurani, parroco della chiesa di Sant’Eustachio, minacciato nei mesi scorsi con messaggi anonimi che reclamavano “la chiesa come casa di Dio e non dei poveri”. “In un periodo storico in cui domina una cultura di odio e rifiuto e in un territorio in cui ci sono molte le forme di povertà, riteniamo necessario informarsi per maturare un atteggiamento disponibile all’incontro e all’aiuto dell’altro”, affermano gli organizzatori. “La figura di don Pietro Sigurani, con il suo grande carisma, ci è sembrata la più opportuna per affrontare questi temi con concretezza, alla luce del suo impegno quotidiano per i poveri”, concludono.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo