Papa Francesco: terminata udienza al presidente Putin, durata quasi un’ora

(Foto Vatican Media/SIR)

È durata quasi un’ora l’udienza concessa dal Papa al presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin. È la terza volta che i due protagonisti si incontrano in Vaticano, e tutte e tre le volte si sono caratterizzate per un cospicuo ritardo da parte dell’ospite. Nella prima udienza, il 25 novembre 2013, Putin è infatti arrivato in Vaticano con circa 50 minuti di ritardo: lo stesso fatto registrare oggi, con l’udienza che è cominciata una quindicina di minuti dopo, per un’ora di ritardo complessiva, tra l’arrivo al Cortile del Belvedere e l’inizio dei colloqui nella biblioteca privata del Pontefice. In occasione della seconda udienza concessa dal Santo Padre a Putin, il capo di Stato russo ha fatto invece registrare circa 70 minuti di ritardo. Dal Vaticano, Putin raggiungerà ora il Quirinale, per una colazione di lavoro con il presidente Mattarella. Seguirà l’incontro con il premier Conte, con il quale terrà poi una conferenza stampa congiunta a Palazzo Chigi. Successivamente il presidente russo è atteso al Forum di dialogo italo-russo della società civile, che vedrà riuniti alla Farnesina i rappresentanti delle imprese, del mondo della cultura e di quello accademico. La giornata della delegazione russa – di cui fanno parte anche il ministro degli Esteri, Sergey Lavrov, e quello dell’Industria, Denis Manturov – si chiuderà con una cena di lavoro a Villa Madama offerta dal premier Conte, a cui si uniranno altri esponenti del governo, tra cui i vice-premier, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, e il capo della diplomazia, Enzo Moavero Milanesi. Il volo di ritorno per Mosca è previsto alle 22 dall’aeroporto di Fiumicino.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo