Legge contro le discriminazioni: Forum Famiglie Emilia-Romagna, “divisiva e discriminatoria”

“La sensazione è che questa legge sia divisiva e discriminatoria. Discriminatoria perché tutela una sola categoria di persone discriminate, ignorando le altre. Divisiva perché appare quasi una ‘forzatura’ a privilegiare uno stile di vita, a scapito di altri”. Lo dichiara in una nota il Forum delle Famiglie dell’Emilia-Romagna a proposito della “Legge contro le discriminazioni e le violenze determinate dall’orientamento sessuale o identità di genere”, approvata lo scorso 27 luglio dalla Regione. Il Forum la considera “un tassello di un disegno più ampio, volto a sancire una supremazia di un certo tipo di pensiero rispetto ad altri”. A suo avviso, “la Regione Emilia-Romagna aveva la possibilità di fare una legge super-partes, in cui riconosceva sì le discriminazioni verso gli Lgbt, ma in un contesto più ampio, e soprattutto all’avanguardia, che avrebbe contribuito a contrastare ogni tipo di discriminazione, nessuna esclusa”. “Purtroppo, non lo ha fatto, ed è stata persa una splendida occasione per costruire un ponte e distruggere un muro, che invece è stato costruito con questa legge”. Adesso viene chiesta dal Forum “una legge che riconosca tutte le altre discriminazioni e che integri di fatto quella appena approvata”. “Ne parleremo in occasione della prossima riunione del 31 luglio del Tavolo sulle politiche famigliari, e chiederemo al presidente Bonaccini che venga approvata entro questa legislatura”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo