Minori: Terre des Hommes, “la prevenzione del maltrattamento sia la priorità di politica e operatori”

“L’Italia si deve dotare di strumenti sempre più efficaci per la prevenzione degli abusi sui minori, a iniziare dall’istituzione di un Sistema informativo nazionale permanente di raccolta dati sul maltrattamento”. Questa la posizione che Terre des Hommes, fondazione da sessant’anni attiva nella protezione dei bambini, fa propria in un momento in cui sui media si leggono semplicistiche affermazioni su un tema complesso e delicato quale la violenza sui minori.
Da oltre un decennio la Fondazione Terre des Hommes ha focalizzato la propria attenzione sull’inquadrare il fenomeno attraverso approcci e strumenti scientifici. In questa visione rientrano le diverse Indagini condotte negli anni dalla Fondazione e anche le tante Raccomandazioni che la Fondazione ha prodotto negli anni “sempre volte a suggerire la costruzione di una risposta Paese alla violenza sui bambini più efficace perché focalizzata sulla prevenzione”. Solo così, fa notare Terre des Hommes, “è possibile rafforzare le strategie di prevenzione che proteggono non solo i bambini ma anche le famiglie d’origine. Per quanto possibile, infatti, le famiglie vanno accompagnate in un percorso di genitorialità responsabile, che possa colmare le vulnerabilità che mettono a rischio il benessere dei minori”.
“Obiettivo primario della strategia di Terre des Hommes è stato, ed è a tutt’oggi, infatti, quello di poter offrire dati e fotografie del fenomeno utili alle istituzioni deputate alla predisposizione di politiche nazionali e regionali che siano in primis funzionali ad una efficace prevenzione delle diverse forme di violenza che, anche in un Paese evoluto come l’Italia, affliggono parte dei cittadini minorenni”, sottolinea la Fondazione.
Terre des Hommes ribadisce, infine, alcune raccomandazioni valide ancora oggi per il Governo e la Conferenza delle Regioni: “Istituire un Sistema informativo nazionale permanente di raccolta dati sul maltrattamento e promozione di banche dati sul fenomeno, istituire un organismo di coordinamento interistituzionale sul maltrattamento e promuovere un Piano nazionale di contrasto, prevenzione e cura del maltrattamento all’infanzia, adottare delle Linee guida nazionali sulla prevenzione e protezione della violenza sui bambini e adolescenti, armonizzare gli strumenti per rilevare precocemente il maltrattamento sui bambini, attribuire le risorse necessarie per l’attuazione delle misure di contrasto, prevenzione e cura da destinare alle amministrazioni nazionali, regionali e comunali competenti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano