Immigrazione: Uninettuno, il racconto di Roberto Saviano in onda in tv il 27 luglio

Il dramma dell’immigrazione e delle guerre. È il tema affrontato da Roberto Saviano nell’ambito di uno speciale che sarà diffuso in esclusiva da UninettunoUniversity.Tv, il canale televisivo dell’università telematica Uninettuno (canale 812 di Sky e 701 della piattaforma satellitare gratuita Tivùsat). L’appuntamento è per sabato 27 luglio, alle 21, e in replica il 28 luglio, alle 8.10 e alle 23, il 29 luglio, alle 10.30 e alle 17, il 30 luglio, alle 9 e alle 18.15, e il 31 luglio, alle 13.30 e alle 21. La trasmissione, che ruota attorno ad alcuni dei momenti più intensi dell’intervento di Saviano alla XVIII edizione del Festival internazionale delle Letterature, intende promuovere il valore della vita. “La storia dell’uomo – afferma lo scrittore – è la lotta del grande male che cerca di macinare il piccolo seme dell’umanità”. Passando in rassegna alcune immagini fotografiche di migranti, Saviano evidenzia come le principali vittime di queste atroci dinamiche siano troppo spesso donne e bambini. “Raccontare tutto questo è difficile, smontare le menzogne è difficile – dice Saviano – ma contro la bugia non c’è altra pratica che la testimonianza”. L’obiettivo indicato in una nota da Uninettuno è quello di “supportare la diffusione di questo messaggio di umanità non solo attraverso lo speciale televisivo, ma anche mediante il progetto ‘Università per i rifugiati’ che contribuisce quotidianamente a restituire ai rifugiati e migranti la loro dignità”. Sul portale dell’università telematica, la sezione www.universitaperirifugiati.it consente ai rifugiati e agli immigrati di accedere all’università per proseguire gli studi o iscriversi ai corsi di qualificazione e riqualificazione professionale, studiare le lingue dei diversi Paesi ospitanti, promuovere la conoscenza delle normative e delle leggi che regolano i diritti e i doveri reciproci.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano