Università Cattolica: Roma, lunedì il punto sulla formazione del nuovo farmacista tra biotech e medicina personalizzata

Il farmacista del futuro sarà sempre di più una figura cardine del sistema salute, caratterizzato da continua innovazione in particolare nell’ambito del biotech. E’ questo il focus che ha ispirato la costruzione del programma formativo del nuovo corso di laurea magistrale a ciclo unico in farmacia promosso dalla Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica. In particolare farmacia del territorio e dei servizi assistenziali, farmacovigilanza ed employability nell’ambito industriale e biotech saranno i temi al centro del confronto tra Università e aziende che si terrà lunedì 22 luglio alle  11 nell’Aula 715 della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs (L. go A. Gemelli, 8). Obiettivo del meeting, spiega Andrea Urbani, coordinatore del corso, “favorire un confronto fra imprese del mondo Pharma e Biotech con docenti e programmi formativi dei corsi di laurea in farmacia e biotecnologie per la medicina personalizzata, al fine di sviluppare ulteriori percorsi che vedano i giovani studenti dell’Università Cattolica integrarsi con le realtà imprenditoriali del territorio”. Nello sviluppare l’offerta formativa del Corso di laurea in Farmacia il tema della “employability” è stato centrale nel percorso di discussione ed accreditamento ministeriale. L’evento sarà aperto alle 11 dal preside della Facoltà di Medicina e chirurgia Rocco Bellantone e dal direttore della sede di Roma dell’Ateneo Lorenzo Cecchi. Seguiranno diversi interventi. e una tavola rotonda.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori