Commissione Ue: sicurezza reti 5G, gli Stati membri completano le valutazioni nazionali dei rischi

(Bruxelles) Seguendo la raccomandazione della Commissione per un approccio europeo comune alla sicurezza delle reti 5G, 24 Stati membri hanno presentato le “valutazioni nazionali del rischio”. Entro ottobre sarà completata la fase di valutazione del rischio a livello Ue. “Siamo lieti di vedere che la maggior parte degli Stati membri ha presentato le proprie valutazioni del rischio”, hanno commentato il commissario per la sicurezza, Julian King, e la commissaria per l’economia e la società digitali, Mariya Gabriel, che hanno definito questo passo una “pronta risposta” degli Stati all’indicazione del Consiglio europeo nel senso di un “approccio concertato”, con “misure concrete per contribuire a garantire la sicurezza informatica delle reti 5G in tutta l’Ue”. Le valutazioni di questa prima fase sono “essenziali per garantire che gli Stati membri siano adeguatamente preparati per lo sviluppo della prossima generazione di connettività wireless”. Dai commissari l’invito “a mantenere gli impegni per l’approccio concertato e a utilizzare questo importante passo per ottenere lo slancio per una rapida e sicura diffusione delle reti 5G”. Essenziale è la “stretta cooperazione a livello Ue”, ricordano i commissari, perché sia garantita la sicurezza informatica. Completare le valutazioni del rischio significherà “fissare standard elevati per la sicurezza, ma anche a sfruttare appieno questa tecnologia innovativa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori