Venezia 76: “La vérité” di Kore-eda Hirokazu è il film di apertura. Giraldi (Cnvf), “giusto riconoscimento per un grande autore giapponese”

“La vérité” diretto dal regista giapponese Kore-eda Hirokazu (Tokyo 1962) è il film di apertura della 76a Mostra internazionale d’arte cinematografica della Biennale di Venezia, che si terrà al Lido dal 28 agosto al 7 settembre. Il titolo di apertura, inserito nella competizione principale del Festival, è stato svelato a pochi giorni dalla conferenza stampa ufficiale della Mostra, il prossimo 25 luglio. Il regista Kore-eda ha dichiarato: “Sono estremamente onorato. Il film racconta una piccola storia di famiglia che si sviluppa principalmente in una casa. È all’interno di questo piccolo universo che ho provato a far vivere i miei personaggi con le loro menzogne, orgogli, rimpianti, tristezze, gioie e riconciliazioni”. Il direttore della Mostra del Cinema Alberto Barbera ha sottolineato: “L’incontro fra l’universo personale dell’autore giapponese più significativo del momento e due attrici tanto amate, come Catherine Deneuve e Juliette Binoche, ha dato vita a una poetica riflessione sul rapporto madre-figlia e il complesso mestiere d’attrice”. Oltre alle due dive del cinema francese, nel film “La vérité” figura anche lo statunitense Ethan Hawke.
Il regista giapponese Kore-eda Hirokazu si affermato nel cinema internazionale nel 2013 con “Like Father, Like Son”, seguito da “Little Sister” (2015) e “Ritratto di famiglia con tempesta” (2016) sino al recente “Un affare di famiglia”, con cui ha vinto la Palma d’oro al Festival di Cannes 2018. Per Massimo Giraldi, presidente della Commissione nazionale valutazione film Cei, la scelta del film di inaugurazione è “un giusto riconoscimento per l’auotre Kore-eda, che si è distinto nella sua carriera per un racconto sempre attento e poetico delle dinamiche familiari, mettendone in luce passaggi di crisi e occasioni di riparazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo