Terremoto Centro Italia: Mattarella ad Amatrice, “garantire ricostruzione in tutta la fascia colpita perché le aree riprendano piena attività e dinamicità”

(Foto: Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

“In questa fascia così ampia colpita dai terremoti va garantita la ricostruzione perché riprendano in queste aree piena attività e dinamicità. È l’augurio e anche l’impegno che vorrei esprimere soprattutto davanti a voi, ragazzi, facendovi gli auguri per i vostri studi”. Lo ha affermato questa mattina ad Amatrice il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’Istituto omnicomprensivo Romolo Capranica. “Sono molto lieto di condividere con voi questo momento che sottolinea il traguardo conseguito con questa scuola dovuto all’intervento congiunto di tante realtà ma soprattutto all’impegno generoso e ampio della Fondazione Ferrari”, ha ricordato il Capo dello Stato, che ha voluto esprimere anche “un pensiero di riconoscenza a Sergio Marchionne, la cui figura va ricordata dal nostro Paese con riconoscenza e ammirazione per tutta la sua attività e il suo impegno”. “Siete voi i protagonisti di questa mattina”, ha sottolineato Mattarella, spiegando che “le scuole vengono inaugurate dagli studenti quando vi entrano e cominciano a frequentarle insieme ai loro docenti. E questo è il momento che consacra l’inserimento della scuola nel tessuto sociale. E questa scuola così bella, così accogliente e funzionale è un grande traguardo, un grande risultato. Dimostra che ad Amatrice, con il concorso delle risorse, delle energie, dei protagonismi, delle attività, la pista della scuola è andata avanti, si è realizzata e compiuta in maniera importante”.
Il presidente ha voluto richiamare le ragioni della sua presenza, prima fra tutte quella “di ringraziare il mondo della scuola di Amatrice, perché nei giorni immediatamente successivi al terremoto la scuola non si è interrotta; in quel settembre la scuola ha ripreso a funzionare. E di questo vorrei ringraziare i docenti, la preside di allora”. “Vi è stata una generosa attività di impegno dei docenti in quei giorni che ha consentito di non interrompere la continuità del servizio scolastico. Questo – ha evidenziato – è un motivo di riconoscenza importante che voglio esprimere”.

(Foto: Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo