Paraguay: appello dei vescovi contro la violenza nel Paese, “dolore per l’assassinio di due bambini con i loro nonni”

“Dolore e indignazione” per l’assassinio, avvenuto nella zona del Chaco, di due bambini assieme a due loro nonni. Lo esprime la Conferenza episcopale paraguagia (Cep), in una nota del suo Ufficio comunicazioni, in cui lancia anche l’allarme per l’aumento della violenza nel Paese, anche in zone considerate tranquille. “Come Chiesa – si legge nella nota – siamo sconvolti da quello che è successo, soprattutto dall’accanimento e dalla crudeltà con cui i criminali hanno agito, minacciando la vita pacifica e armoniosa degli abitanti della zona”.
La nota esprime il cordoglio della Cep alle comunità e ai familiari e la speranza che le autorità possano chiarire la dinamica dei fatti e assicurare i colpevoli alla giustizia. “Questi sono fatti che sconvolgono il nostro Paese e il nostro popolo – prosegue la nota -, ma sono anche un’opportunità per chiedere unità e pregare per la pace e la tranquillità”. È chiamata a farlo “ognuna delle nostre diocesi, parrocchie, vicariati, comunità ecclesiali e società in generale”. Infine, la richiesta della Conferenza episcopale paraguagia di “innalzare una preghiera per la perdita di vite innocenti, per la pace e la cessazione della violenza nel nostro Paese”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa