Fondazioni: Rapporto annuale Acri, calano i proventi, crescono le erogazioni

“Nel 2018 l’erraticità dei mercati ha determinato una drastica diminuzione dei proventi delle Fondazioni. Ciò nonostante, grazie a un’accorta politica di accantonamenti realizzata negli anni precedenti, le Fondazioni hanno mantenuto stabile il livello di erogazioni ai territori, che anzi è cresciuto fino a oltre un miliardo di euro. La maggior parte delle risorse sono andate a welfare e cultura. Le imposte hanno continuato ad assorbire più di un terzo dell’avanzo di esercizio lordo”. Lo ha detto, ieri, Francesco Profumo, presidente di Acri, in occasione dell’approvazione, da parte del Consiglio di Acri, del ventiquattresimo Rapporto annuale, che presenta i dati aggregati delle Fondazioni di origine bancaria riferiti ai dati di bilancio 2018. Dal Rapporto, come spiega un comunicato diffuso oggi, emerge che nel 2018, pur registrando una diminuzione dei proventi, sono aumentate le erogazioni, che lo scorso anno sono state pari a 1.024,6 milioni di euro. Per quanto riguarda la distribuzione delle erogazioni per settore di intervento, nel 2018 è sempre il settore “Arte, attività e beni culturali” che assorbe la maggior parte delle risorse, peraltro in crescita rispetto al 2017, con 255,9 milioni di euro (pari al 25% delle somme erogate) e 7.378 interventi (corrispondenti al 36,6% del numero totale). Seguono, seppur a una certa distanza, il settore “Ricerca e sviluppo”, il settore “Volontariato, filantropia e beneficenza”, il settore “Assistenza sociale”, l’“Educazione, istruzione e formazione”, lo Sviluppo locale, il settore Salute pubblica.
Una riflessione a parte merita il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, che, nel 2018, in termini di risorse destinate pesa per l’11,7% sul totale delle delibere. Nei primi tre anni di attività il Fondo, tramite l’impresa sociale “Con I Bambini”, soggetto attuatore individuato da Acri, ha assegnato contributi per 213 milioni di euro per il sostegno di 271 progetti nell’ambito di tre bandi nazionali. A questi bandi, si aggiunge il finanziamento, per 2,6 milioni di euro, di progettualità nelle zone terremotate del Centro Italia e la realizzazione di 19 iniziative congiunte in cofinanziamento con altri soggetti privati per le quali è stato stanziato un importo pari a 9,1 milioni di euro.
Il welfare – che raccoglie i settori Assistenza sociale, Salute pubblica e Volontariato – ha ricevuto in totale 291,3 milioni di euro; risorse queste a cui vanno sommati 119,7 milioni di euro specificatamente indirizzati nel 2018 da 72 Fondazioni associate ad Acri al Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. La quota complessiva per il welfare tocca così i 411 milioni: oltre il 40% del totale erogazioni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa