Edilizia: Istat, nel IV trimestre 2018 permessi per residenziale in calo del 5,1%. Numero di abitazioni dei nuovi fabbricati su del 5,6% in un anno

Nel quarto trimestre 2018 torna a flettere il comparto residenziale, per il quale si stima una diminuzione congiunturale del 5,1% per i permessi in termini di numero di abitazioni e del 6,7% per la superficie utile abitabile. Anche la superficie in fabbricati non residenziali è in calo (-11,9% la variazione congiunturale), per il terzo trimestre consecutivo. Lo rende noto oggi l’Istat, diffondendo i dati dei “Permessi di costruire” relativi al IV trimestre 2018.
“Il 2018 – spiega l’Istat – si chiude con una crescita annua dei permessi del comparto residenziale in rallentamento rispetto all’anno precedente. Il numero di abitazioni è infatti aumentato del 5,9% (+16,3% nel 2017) e la superficie del 6,1% (+14,3% nel 2017)”.
Dai dati diffusi, la stima del numero delle abitazioni dei nuovi fabbricati residenziali, al netto della stagionalità, supera la soglia delle 13,6 mila unità, mentre la superficie utile abitabile si colloca al di sotto di 1,2 milioni di metri quadrati. La superficie dei fabbricati non residenziali scende al di sotto dei 3 milioni di metri quadrati.
“Dopo il rilevante incremento registrato nel 2017 – nota l’Istituto nazionale di statistica –, una crescita sostenuta caratterizza il settore non residenziale anche nel 2018 (+22,9% in media annua), grazie soprattutto alla performance positiva osservata nel primo trimestre”. I dati dicono che la superficie dei fabbricati non residenziali scende al di sotto dei 3 milioni di metri quadrati.
In termini tendenziali, nel quarto trimestre del 2018 rallenta la dinamica, ampiamente positiva, del numero di abitazioni rilevata per i nuovi fabbricati residenziali (+5,6%); un analogo andamento caratterizza la superficie utile abitabile (+3,2%).
Infine, l’edilizia non residenziale continua a crescere (+7,6%) in termini tendenziali nel quarto trimestre 2018, in linea con l’incremento osservato nel trimestre precedente.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa