Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Voto del Parlamento Ue su presidenza della Commissione. Alitalia, Fs scelgono Atlantia

Ue: oggi il Parlamento vota su Ursula von der Leyen presidente della Commissione

Prende il via in questi minuti, a Strasburgo, la seduta del Parlamento europeo nel corso della quale la candidata alla presidenza della Commissione europea, la tedesca Ursula von der Leyen, cercherà di aggregare la maggioranza di 374 sui 747 eurodeputati in carica che le consentirebbe di guidare l’esecutivo comunitario succedendo al belga Jean-Claude Juncker. Von den Leyen presenterà il proprio programma in emiciclo, seguiranno gli interventi dei leader dei gruppi politici a cui la candidata risponderà e quindi singoli eurodeputati potranno intervenire. La mattinata si chiuderà con un’ultima replica di von der Leyen è prevista entro le 12.30. Nel pomeriggio i gruppi politici avranno tempo per riunirsi e decidere se sostenere o meno la candidata, prima del voto, cartaceo e a scrutinio segreto, alle 18. La votazione su von der Leyen è stata tra i temi affrontati ieri in un colloquio telefonico tra il premier Giuseppe Conte e la cancelliera tedesca Angela Merkel, durante la quale i due hanno parlato della legislatura europea appena iniziata e delle prospettive future.

Alitalia: le Ferrovie scelgono Atlantia come socio del nuovo consorzio

È Atlantia, la società dei Benetton concessionaria di tratte autostradali, il partner scelto per affiancare Delta Air Lines e ministero dell’Economia e delle Finanze per il salvataggio di Alitalia. Il via libera è arrivato ieri sera dal cda di Ferrovie dello Stato nel corso di una riunione durata più di quattro ore. Scartate le offerte pervenute da Lotito, Toto e dal patron di Avianca, German Efremovich, perché, secondo l’advisor Mediobanca, nessuno di loro avrebbe i requisiti necessari per andare avanti nell’operazione. In un post su Facebook, il vicepremier Luigi Di Maio, ha parlato di “un grande risultato raggiunto dopo settimane di lavoro intenso” grazia al quale “possiamo dire di aver posto le basi per il rilancio di Alitalia”. Il vicepremier ha sottolineato come “lo Stato continuerà ad avere la maggioranza assoluta dell’azienda e quindi anche il controllo della newco” mentre “sulla revoca della concessione ad Autostrade non indietreggiamo di un solo centimetro”. Per Alitalia ora servirà arrivare ad un piano condiviso tra i quatto soci del nuovo consorzio per il quale si dovranno decidere le quote societarie. L’offerta di acquisto vera e propria arriverà entro fine settembre.

Libia: Oms, a Tripoli 1.093 morti e oltre 100mila sfollati

È di 1.093 persone morte, tra cui 106 civili, e di 5.752 feriti, tra cui 294 civili, il bilancio degli scontri a Tripoli da quando hanno preso il via ad aprile. A fornire i dati aggiornati è l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) in Libia, aggiungendo che sono oltre 100mila. Via Twitter, l’Oms informa che “sta addestrando i medici libici per soddisfare le esigenze di salute sia fisica che mentale di feriti e sfollati”.

Iran: Paesi Ue chiedono Mogherini rapido avvio di Instex. Sul nucleare Teheran “torni sui propri passi”

Instex, strumento finanziario volto ad aggirare le sanzioni nei confronti dell’Iran, entri in funzione rapidamente. È l’auspicio espresso all’unanimità dal Consiglio Affari esteri dell’Unione europea, riunitosi a Bruxelles. Nella conferenza stampa che ha fatto seguito al vertice, Federica Mogherini, l’Alto rappresentante dell’Ue per la politica estera e di sicurezza, ha ribadito che “vogliamo che l’Iran ritorni al pieno rispetto delle norme previste dall’accordo. Dal punto di vista tecnico tutti i passi compiuti recentemente da Teheran sono invertibili, per cui invitiamo l’Iran a tornare sui propri passi”. Lo scorso 7 luglio l’Iran aveva annunciato di avere avviato l’arricchimento dell’uranio oltre i limiti stabiliti dall’accordo (3,67%) per mettere pressione su Bruxelles confermando poi, pochi giorni dopo, la volontà di Teheran di conservare l’accordo del 2015.

Cronaca: migliaia di truffati online, blitz Gdf nel nord Italia. Arrestate quattro persone

Sono quattro le persone arrestate dalla Guardia di finanza con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alle truffe online, frode fiscale e riciclaggio. L’operazione “Doppio click”, che ha visto impegnati oltre 150 finanzieri nelle province di Torino, Brescia, Milano, Piacenza, Genova, Mantova, Parma e Verona, ha portato anche al sequestro di beni per 1,5 milioni di euro. Le indagini, condotte dal Nucleo di polizia economico-finanzaria, coordinato della Procura di Cremona, hanno scoperto un gruppo che attraverso siti di vendite online ha truffato migliaia di ignari clienti.

Indonesia: scossa di magnitudo 5,7. Paura a Bali, danni a tempio hindu

Paura a Bali, in Indonesia, per una scossa di terremoto sottomarino di magnitudo 5,7 sulla scala Richter che è stata registrata questa mattina al largo dell’isola. Erano da poco passate le 8 locali, le 2 in Italia. Per precauzione i turisti sono stati costretti a lasciare temporaneamente i loro hotel. Secondo i dati riferiti dall’Us Geological Survey, il sisma ha avuto epicentro a 87 chilometri a sud ovest di Bali ad una profondità di 91 chilometri. Un tempio hindu sull’isola ha riportato alcuni danni, così come alcune case a Banyuwangi. Non è stato diramato alcun allarme tsunami. La regione è al centro negli ultimi giorni di attività sismica; un potente terremoto di magnitudo 7,2 si è registrato domenica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa