Salesiani: Pettenon (Missioni Don Bosco), “150ª partenza missionaria, un traguardo che neanche Don Bosco aveva immaginato con certezza”

“Possiamo dirci fortunati a essere partecipi della 150ª partenza dei salesiani per le terre di missione. Un traguardo che molti – in primis lo stesso Don Bosco – hanno sognato ma che, nella precarietà della storia, non poteva neanche essere immaginato con certezza. Eppure, da quanto è partita la prima spedizione dei giovani cresciuti a Valdocco con destinazione Patagonia, il mandato missionario è stato ripetuto 149 volte fino a oggi”. Lo scrive Giampietro Pettenon, presidente di Missioni di Bosco, nell’editoriale che apre il numero di luglio di “Terre lontane”. L’appuntamento con la 150ª partenza missionaria dei salesiani è per domenica 29 settembre nella basilica di Maria Ausiliatrice a Torino. “Là dove tutto è partito”, sottolinea Pettenon, mettendo in luce come questa partenza avvenga “alla vigilia del Mese missionario straordinario voluto da Papa Francesco”. Il coadiutore salesiano annuncia, inoltre, che Missioni Don Bosco ascolterà ciò che emergerà dal Sinodo dei vescovi sull’Amazzonia in programma dal 6 al 27 ottobre. “La condizione umana e spirituale dei popoli che vivono in quella foresta – spiega Pettenon –, sempre più circoscritta dallo sfruttamento economico e dalla violenza sull’uomo e sulla natura, riguarda l’intero pianeta. Avremo tutti modo di migliorare il nostro sguardo sul futuro e sulla sua evangelizzazione nel terzo millennio”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori