Diocesi: Caritas Bolzano-Bressanone, lanciata la campagna “La fame non fa ferie” per progetti di sviluppo in Africa

Anche per l’estate 2019 la Caritas diocesana di Bolzano-Bressanone promuove “La fame non fa ferie”, campagna di sensibilizzazione e di raccolta fondi giunta alla 12ª edizione. Attraverso questa iniziativa, lanciata oggi in piazza Duomo a Bolzano, con uno smartmob, si invita la popolazione a sostenere a distanza, con 9 euro al mese, i progetti di sviluppo presenti nel continente africano. “Nove euro al mese possono contribuire a salvare una vita. Con questa cifra è possibile sostenere a distanza e aiutare una famiglia nella sua lotta contro la povertà”, spiega il direttore della Caritas, Paolo Valente. “Sul nostro pianeta – si legge in una nota – ci sarebbe cibo a sufficienza per tutti, eppure una persona su dieci va a letto affamata. Ogni 3,5 secondi una persona muore a causa della fame. Il numero di uomini e donne denutrite è aumentato, toccando 821 milioni di persone. I più colpiti sono i bambini. In Africa, uno su tre, si addormenta affamato”. Poiché “ogni giorno, madri e padri lottano per i propri figli affinché non debbano subire per tutta la vita le conseguenze della fame”, la Caritas altoatesina sottolinea che “ogni piccola donazione è preziosa e può contribuire a cambiare realmente la vita di chi soffre la fame”.
Su invito del vescovo Ivo Muser, le parrocchie altoatesine parteciperanno quest’anno alla campagna nella giornata di venerdì 26 luglio, alle 15, suonando – per la prima volta contemporaneamente alle parrocchie austriache – le campane delle chiese più a lungo e più intensamente del solito “per risvegliare, nell’ora della morte di Cristo, le coscienze di tutti e invitare la popolazione a partecipare alla lotta contro la fame”.
Fino al 26 luglio, sarà attiva una linea telefonica diretta per le donazioni con il numero 0471/304304. Informazioni dettagliate sono disponili anche sul sito www.caritas.bz.it.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori