Politica: Conte, su dl Sicurezza bis “non si sta rompendo nulla nel governo”. Autonomia differenziata, con le Regioni una “pre-intesa”, prima del voto in Parlamento

Rispetto al decreto Sicurezza bis “non si sta rompendo nulla nel governo, non è che a giorni alterni possiamo ragionare se qualcosa si sta rompendo o meno. Nessuna tensione di questo tipo”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, rivolgendosi ai giornalisti al termine dell’assemblea dell’Associazione bancaria italiana a Milano. “C’è una normale dialettica parlamentare, ho sentito che c’era qualche motivo di insoddisfazione per come stavano andando le valutazioni sugli emendamenti”, ha precisato il premier, sottolineando che “mi sembra che anche questo motivo di tensione si sia diradato”. Conte ha riferito che nell’incontro con il governatore lombardo Fontana sull’avanzamento dell’autonomia differenziata “abbiamo parlato di cose concrete, siamo entrati nel merito di alcuni rilievi, osservazioni, punti controversi, di alcuni nodi che non abbiamo ancora sciolto”. “Gli ho ribadito l’assoluta determinazione a proseguire in questi incontri”, ha spiegato il premier, “per arrivare in dirittura finale e chiudere l’accordo interno di governo”. “Non è ancora arrivato il momento del confronto finale” con i presidenti delle Regioni coinvolte. “A quel punto – ha continuato Conte – avremo ragionevolmente una pre-intesa, non l’intesa definitiva perché invieremo tutto al Parlamento”. “È giusto – ha ribadito il premier – che il Parlamento sia coinvolto prima di un’intesa formale sottoscritta” perché “non mi sembra corretto mettere il Parlamento di fronte all’alternativa prendere o lasciare con una legge da approvare o meno”.
Sulla questione che agita in questi giorni la maggioranza, la questione Lega-fondi russi, Conte ha spiegato chi fosse stato invitato alla cena – a seguito del Forum di dialogo Italia-Russia – da lui offerta in occasione della visita di Putin in Italia e ha affermato che “non conosco Savoini, non l’ho mai incontrato personalmente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori