Colombia: celebrato ieri il centenario della Vergine di Chiquinquirá come patrona del Paese. Card. Damasceno Assis, “pregare per il futuro” della Nazione

Celebrazione solenne ieri per celebrare i cento anni dell’incoronazione della Vergine di Chiquinquirá come regina e patrona della Colombia. La partecipata Eucaristia è stata presieduta nella piazza di fronte al santuario mariano dall’inviato speciale del Papa, il card. Raymundo Damasceno Assis, arcivescovo emerito di Aparecida (Brasile). Tra i presenti anche il presidente della Repubblica, Iván Duque, con numerosi ministri.
La cerimonia ha preso avvio con la lettura del messaggio inviato per l’occasione da Papa Francesco, che riferendosi alla Vergine scrive: “Attraverso la sua obbedienza, la sua fede, la sua speranza e la sua infuocata carità, ha cooperato in modo del tutto singolare a riportare le anime alla vita soprannaturale. Perciò, noi incoraggiamo di cuore il culto alla Vergine Maria e con gioia appoggiamo le iniziative che in tutto il mondo nascono per glorificare sempre più la Madre di Dio”.
Il card. Raymundo Damasceno Assis, nella sua omelia, ha sottolineato la missione dei frati dominicani come custodi dell’immagine e ha invitato i colombiani a tornare alla preghiera del Santo Rosario, avendo come principale intenzione il destino della Colombia, ponendolo sotto la materna protezione della propria patrona.
Con la celebrazione di ieri, preceduta sabato scorso dal pellegrinaggio di tutti i vescovi colombiani al termine della loro assemblea, si è concluso un intenso anno giubilare.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo