Legalità: Cassano all’Jonio, Premio La Pira assegnato al procuratore Gratteri

“La Calabria e le nostre comunità hanno bisogno di riprendersi la dignità che gli è propria. In questo tempo difficile, ma sfidante, occorre risvegliare le coscienze per ribellarci all’accondiscendenza passiva e a chi vuole ridurre la nostra gente, la povera gente di cui parlava Giorgio La Pira, serva di una minoranza che da troppo tempo vorrebbe imporre il proprio dominio”. Così Francesco Garofalo, presidente del Centro Studi “Giorgio La Pira”, presenta la sesta edizione del Premio La Pira per la legalità, che verrà assegnato al procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, oggi, alle 18, nella sala consiliare del Comune di Cassano all’Jonio. Gratteri riceve il riconoscimento “per il suo impegno e contributo quale baluardo di legalità, trasmettendo i valori sanciti dalla Carta Costituzionale, quale argine alla dilagante criminalità organizzata”. “Avere la presenza del procuratore Gratteri – ha continuato Garofalo – è un’occasione importante per trasmettere soprattutto alle giovani generazioni i giusti e sani valori, con la consapevolezza, che il bene comune ha bisogno proprio di loro”. All’incontro porterà il proprio saluto anche mons. Francesco Savino, vescovo di Cassano all’Jonio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori