Ambiente: card. Turkson (Dic. Sviluppo umano integrale), “gruppo Laudato Si’ Challange per rispondere all’enciclica con soluzioni concrete”

“L’enciclica Laudato Si’ ci insegna una ecologia integrale in linea con altri insegnamenti del Papa. L’ecologia integrale non riguarda solo la natura ma anche la società e l’umanità, a cui Papa Francesco ha aggiunto l’ecologia della pace”. Così il card. Peter Kodwo Appiah Turkson, prefetto del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, durante la Conferenza internazionale in Vaticano. “Il Papa mette insieme tutte le dottrine delle varie Conferenze episcopali, per questo parliamo di collegialità. I vescovi devono partecipare a quello che viene detto nella enciclica, questo significa collegialità”. “Il Papa ci chiama a convertirci, per capire quale sia la cura per il creato. Bisogna cambiare, possiamo fare delle piccole attività che hanno un riscontro importante. Il Papa dice che la conversione ha bisogno della convinzione di far parte della cittadinanza ecologica, che la nostra vita dipende dall’acqua e dalla terra. Infine, nella enciclica, il Papa ci invita alla contemplazione della bellezza del divino”. Come rispondere alla chiamata dell’enciclica? “Il nostro dicastero – ha spiegato – sta lavorando con un gruppo, chiamato ‘Laudato Si’ Challange’, che ha deciso di proporre delle soluzioni, fra le quali la diffusione di filtri per l’acqua, di pannelli solari, di proteine ricavate dagli scarti alimentari come per esempio il malto delle birrerie per alimentare i Paesi più poveri”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa