Università Cattolica: Milano, esperti a confronto sulle “periferie delle città europee”

Un convegno internazionale sulle “Periferie delle città europee: istituzioni sociali, politiche e luoghi”. Si svolgerà all’Università Cattolica del Sacro Cuore, a Milano, oggi, giovedì 6, e domani, venerdì 7 giugno. L’iniziativa di studio è promossa da un gruppo di studiosi dell’Archivio per la storia del movimento sociale cattolico in Italia in collaborazione con il Dipartimento di Storia dell’economia, della società e di scienze del territorio “Mario Romani” dell’Università Cattolica e rappresenta la prima tappa di un più ampio progetto di ricerca interdisciplinare che intende studiare il concetto di “periferia”. In particolare, i ricercatori stanno lavorando alla realizzazione di una base socio-statistica sulle periferie delle maggiori città italiane. L’analisi – che intende recuperare dati quantitativi e qualitativi sull’evoluzione delle periferie dal boom economico a oggi – riguarda gli andamenti demografici, la distribuzione del reddito tra le varie classi sociali, la domanda e l’offerta di abitazioni, l’eventuale accesso alla proprietà della casa. Alle due giorni di studio, che si articola in cinque sessioni, interverrà Pierciro Galeone, direttore dell’Istituto per la finanza e l’economia locale – Fondazione Anci. Parlerà di “Confini mobili: le periferie urbane tra marginalità e innovazione”. Si alterneranno, poi, le sessioni dedicate a “Periferie urbane, periferie sociali”; “Le periferie di Milano nel Secondo dopoguerra: società e istituzioni”; “Le periferie nell’Europa delle città durante il XX secolo”. Domani, l’approfondimento con indagini, progetti e iniziative nelle periferie italiane. Il convegno si concluderà con la tavola rotonda cui parteciperanno, tra gli altri, mons. Carlo Azzimonti, vicario episcopale di Milano, Corrado Bina, direttore del Piano Quartieri del Comune di Milano, e Marco Doria, docente ed ex sindaco di Genova.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa